SHARE

pellegrini-romacity

E’ la vigilia della gara di Champions League Roma-Manchester City, oggi il tecnico dei Citizens Manuel Pellegrini ha parlato in conferenza stampa all’Hotel Parco dei Principi cercando di rispondere alle tante domande dei giornalisti, insieme a lui una vecchia conoscenza del nostro calcio: Stevan Jovetic.

CONFERENZA STAMPA PELLEGRINI Ecco le dichiarazioni di Pellegrini in quel di Roma “Gli infortunati? Aguero ancora non sa quanto dovrà stare fermo, ma ora concentriamoci sulla partita di domani. Forse starà fuori 4-5 settimane comunque. Molti giocatori non stanno bene come Kompany, Silva, Jovetic? Tutti sono convocati, abbiamo solo qualche piccolo dubbio da sciogliere, ma tutti possono giocare” Ha continuato poi lo stesso Pellegrini sull’importanza del match “Importantissimo, abbiamo fatto qualche errore soprattutto contro il Cska. Abbiamo però un’ottima rosa e contro il Bayern abbiamo dimostrato di avere le carte in regola per andare avanti. Vogliamo vincere sempre e comunque, siamo una squadra d’attacco, domani non sarà diverso”

Sulle prove in Premier League e Champions League “Sono competizioni diverse. Quest’anno in Champions non siamo partiti bene. L’anno scorso abbiamo superato la fase a gironi ma siamo usciti col Barcellona. Forse in Europa serve un approccio diverso. Abbiamo battuto il Bayern Monaco e possiamo battere chiunquesulle difficoltà incontrate nel girone di qualificazione “Mi aspettavo un girone difficile perché ci sono i campioni di Inghilterra, della Russia, della Germania e la seconda italiana, come la Roma. I giallorossi sono un’ottima squadra, stanno facendo bene”. Palla a Jovetic, accostato per molti anni alla Roma come erede di Totti “Anche lui ha parlato di me e ne sono contento. Non l’ho certamente superato ma le sue parole mi fanno capire che sono sulla buona stradasempre l’ex viola, questa volta sull’amico Ljajic “Grande amico e ottimo giocatore. Mi aspettavo esplodesse anche prima sinceramente. Quest’anno farà ancora meglio dell’anno scorso. Conosco le sue potenzialità, è tra i più forti in Italia” su un suo possibile passaggio in giallorosso qualche anno fa “È vero, da quello che ricordo. C’erano tante squadre, la Roma è sempre stata una grande squadra, ma alla fine sono stato contento di aver firmato per il City. Ho giocato parecchie volte e ho già segnato all’Olimpico, quando giocavo con la Fiorentina. Ci aspettiamo un ambiente caldo, sarà una bella sfida”

Ancora Pellegrini “Gara decisiva? Non credo. Sarà una gara importante, ma non credo per il mio futuro. Il club non mi ha fatto alcuna pressione in tal senso. Pressione tutta sul City? Non credo. La Roma è un club importante e ha speso tanti soldi, la gara sarà importante anche per loro. Dove saranno le difficoltà? La Roma è veramente una grande squadra: attaccano bene e difendono anche bene e domani sarà decisivo vedere chi avrà il possesso palla. Sono bravi non solo perché attaccano bene ma anche per come difendono” Battuta finale sempre su Aguero “Resterà fuori 4 o 6 settimane. Dipende come andrà la prima settimana, ma il City non dipende solo da un giocatore e spero che i giocatori lo dimostreranno domani”.

 

Stefano Mastini

SHARE