SHARE

ilicic-fiorentina

La Fiorentina non è di certo la formazione più fortunata del nostro paese, e non. Montella aveva già in mente la sua formazione per l’impegno europeo, stesso modulo, stesso schema, ricambi con i giusti uomini, non ci sarebbero state invenzioni; poi gli infortuni a rotazione hanno portato con il mettere fuori causa molti nomi importanti, soprattutto a fronte di un turnover giusto che sapesse strizzare l’occhio al campionato, a fronte di un primato nel gruppo di Europa League decisamente meritato, oltre che matematico.

RITORNA ILICIC? L’ultimo stop importante si chiama Babacar, il senegalese non sarà disponibile, verosimilmente, per tutto queste mese di dicembre, a meno di sorprese, ecco allora che la contemporanea squalifica di Cuadrado in campionato lascia più di qualche interrogativo sulla formazione che l’allenatore viola si ritroverà a mettere in campo giovedì, un vero e proprio test per alcuni e riposo per altri. Se è vero infatti che prima di oggi stava prendendo corpo il “replay” di Guingamp, con Marin a correre dietro al giovane ex Modena, adesso si può parlare tranquillamente di un reparto rivoluzionato con possibili outsider dell’ultim’ora. In particolare si potrebbe rivedere Ilicic insieme a Cuadrado (out a Cesena), per preservare il piccolo tedesco e Gomez per la Serie A. Lo sloveno avrebbe quindi la chance giusta per far ricredere tutti i tifosi della viola che non hanno mai cessato di metterlo in dubbio, con lo stesso Ilicic che ha saputo metterci anche del suo, o perlomeno la possibilità di mettersi in mostra in caso di un eventuale cessione/prestito nel mercato invernale, il che risulterebbe un’occasione ghiottissima per lui con la Fiorentina priva di pressioni in una serata che si chiuderà comunque in festa, qualunque sia il risultato finale.

PROBABILE FORMAZIONE In porta ritorna Tatarusanu, estremo difensore di coppe viola; difesa potenzialmente a 3 pronta a “scalare” a 4, con Richards, Tomovic e uno tra Alonso e Savic (che comunque si ritroverebbe a non giocare tutti i 90′). Sulla linea mediana Kurtic e Vargas agli esterni, con Lazzari, Badelj e Aquilani a completare il “core” del gioco della Fiorentina. In avanti spazio quindi a Cuadrado e Ilicic, quest’ultimo intercambiabile nella posizione di “falso nueve” come già visto in questa edizione di Europa League. Da tenere sotto controllo anche svariati giovani della primavera della Fiorentina, con un “ragazzino” per ruolo, Macini e Bangu potrebbero essere le nuove “pianticelle” della cantera fiorentina ad esordire sul secondo palcoscenico d’Europa.

Stefano Mastini

SHARE