SHARE

benitez

Rafa Benitez, allenatore del Napoli, è intervenuto alla vigilia del match di Europa League contro lo Slovan Bratislava. Ecco le sue dichiarazioni:

HAMSIK – “Lui si impegna, ma non sta ancora rendendo ai livelli che può raggiungere, gli manca un po’ di fiducia, ma io voglio recuperarlo, perchè è un giocatore importante per noi. Domani giocherà Hamsik ed altri dieci, alcuni lasciano in panchina nei momenti difficili, io preferisco dar fiducia”.

MILAN– “Come sapete penso una gara alla volta e per ora ci concentriamo sullo Slovan perchè può essere importante chiudere al primo posto”.

HIGUAIN – “Ha detto quello che doveva dire, i giocatori più importanti devono stare davanti agli altri in questi momenti di difficoltà”

EQUILIBRIO –  “Allenandosi, migliorando anche la tecnica individuale a partire dal riscaldamento col pallone, dare fiducia ai giocatori, lavorare sul possesso e migliorare fase difensiva e di ripartenza. Oggi abbiamo fatto partitella a campo ridotto, questa è la strada per giocare un buon calcio. Le mie squadre subivano poco, il Napoli subisce di più e dobbiamo lavorare. Con l’Empoli abbiamo perso la palla per una decisione sbagliata, ed i giocatori che dovevano recuperare non si sono mossi come al solito e bisogna lavorare di più”.

FISICO – “Ora si lavora diversamente rispetto al passato. L’anno scorso si parlava dei boschi, senza andare nei boschi siamo arrivati fino alla fine al meglio ed abbiamo vinto la Coppa. La squadra sta bene, non è quanto uno corre ma a che intensità vengono fatti e siamo su buoni livelli”

ANDUJAR IN CAMPO – “Ci abbiamo pensato, ma Rafael aveva bisogno di fiducia ed un portiere giovane con una certa esperienza come la sua doveva giocare”.

LIVERPOOL – “Ieri ho visto la gara, ma non voglio pensare al sorteggio futuro: vedremo chi ci toccherà”

HIGUAIN-ZAPATA “Serve equilibrio, questa soluzione è buona ma perdiamo il controllo del centrocampo e di conseguenza della partita. Magari con un centrocampo fortissimo e degli esterni che riescono a coprire bene, si potrebbe fare, ma dobbiamo adattarci alle caratteristiche dei nostri calciatori”

SHARE