SHARE

lichtsteiner

C’è grande entusiasmo nell’ambiente Juventus dopo il passaggio del turno in Champions League, agguantato martedì allo ‘Stadium’ contro l’Atletico Madrid, in virtù dello 0-0 maturato nei 90 minuti. Tra i maggiori protagonisti della doppia cavalcata campionato Champions, c’è sicuramente il terzino svizzero Stephan Lichtsteiner, tra i più positivi, anche grazie al cambio di modulo apportato dall’allenatore bianconero Massimiliano Allegri. Il difensore della Juventus ha parlato oggi ai microfoni di ‘JTV’ esternando la gioia per il passaggio del turno e proiettandosi verso i prossimi impegni: “Andare agli ottavi di Champions era un obbligo per noi. Ci sono 3-4 squadre difficili da affrontare, ma vedremo. Da evitare sicuramente Bayern e Real Madrid, ma vogliamo arrivare in fondo. La Samp? E’ una squadra davvero forte, molto solida e con un allenatore che mi piace molto. Sarà una gara molto difficile, dobbiamo stare all’erta. Supercoppa? Ci proviamo. La vedo bene, siamo forti ma lo è anche il Napoli. Siamo preparati”.

CAMBIO MODULO –Preferisco il modulo a 4 dietro, è un pò più facile per me, ma so adattarmi ad ogni schema. Per noi è più facile quando una squadra ci affronta a viso aperto, rispetto a quelle che si chiudono”.

FAMIGLIA – Chiusura dedicata al suo concetto di Juventinità e ai compagni Pogba e Llorente: “Paul alla sua età è un giocatore fantastico, ma sono tanti in squadra che mi impressionano ogni giorno, come Llorente, c’è grande intesa anche fuori dal campo: in partita spesso la nostra intesa va bene ma proviamo sempre a migliorare.
La Juventinità? E’ vincere, ma anche una grandissima famiglia. Qui a Torino c’è un grande amore per il calcio”.

SHARE