SHARE

mourinho

José Mourinho , al termine della sfida vinta ieri sera dal suo Chelsea contro lo Sporting Lisbona, commenta così la qualificazione agli ottavi (già ottenuta da un paio di settimane) e il sorteggio previsto per lunedì

“Mi piace nuotare con gli squali, l’ho fatto nella Polinesia francese. Non volevo ma mia moglie e i miei figli mi hanno convinto a farlo – racconta Mourinho – Il sorteggio è il sorteggio, ci sono cinque possibili avversari e il Paris Saint Germain sarebbe un buon accoppiamento perché sarebbe un viaggio semplice sia per noi che per i tifosi, ma non siamo noi a decidere”.

Lo Special One non teme Ibra e compagni e del resto “tutti gli avversari sono difficili. Pensate che il Basilea sia facile? Ci abbiamo perso due volte l’anno scorso, in questa stagione hanno battuto il Liverpool e qualche anno fa hanno fatto lo stesso col Manchester United. Il Leverkusen è pur sempre una squadra tedesca, non penso che ci siano avversari facili. Non penso che nessuna delle grandi squadre sia rimasta fuori, forse solo il Liverpool, ma tutte quelle che ambiscono a vincere la coppa sono lì e stagione dopo stagione è sempre così. Come sono solito dire, la vera Champions comincia ora. Ci sono il Barcellona, il Real, il Bayern, noi, l’Arsenal, il Manchester City, il Borussia Dortmund. Cosa possiamo fare? Non lo so. L’anno scorso non eravamo una delle migliori quattro in Europa ma siamo arrivati in semifinale. Facciamo passo dopo passo e vediamo cosa riusciamo a fare”.

SHARE