SHARE

gillet

Al ‘Castellani’ si affrontano nel primo dei due posticipi del lunedì, gli azzurri padroni di casa e il Torino di Gianpiero Ventura, fresco di sorteggio in Europa League contro l’Atlethic Bilbao. Le due compagini sono in situazioni di classifica piuttosto simili, con i toscani a 15  punti in una zona di classifica relativamente tranquilla, mentre i granata hanno collezionato finora solamente 13 punti e vanno a caccia della vittoria per allontanarsi dalla zona calda.

0-0 VINCE LA PAURA – Avvio frizzante dell’Empoli che prova a prendere in mano le redini del gioco, pressando alto nella metà campo granata, senza disdegnare anche il tiro dalla distanza. I primi squilli sono proprio di marca empolese: all’8’ Vecino fa la barba al palo con una sventola dalla distanza e 5 minuti dopo replica Verdi su calcio di punizione impegnando Gillet in calcio d’angolo. Dopo i primi 20 di gara, esce il Torino che prende le misure agli uomini di Sarri, portando alla conclusione Martinez e Bovo entrambi murati dall’attenta retroguardia di casa. A 10 dal termine è ancora il giovane attaccante del Torino ad impegnare Sepe, con un buon destro dal limite. Nel finale i toscani si riaffacciano dalle parti di Gillet, costringendo il portiere belga alla grande parata sul mancino tagliente di Verdi, bravo a liberarsi per andare alla conclusione. Termina senza recupero e senza reti un primo tempo in cui le due squadre si sono studiate, impegnando poco i portieri avversari.

VINCE LA NOIA – Dopo soli 5 minuti arriva l’occasione più ghiotta del match, con Tavano abile a liberarsi con un movimento da bomber di razza e a calciare con il destro in area, parato da Gillet con un gran volo. I padroni di casa dominano per gran parte della ripresa costringendo un Torino troppo remissivo, alla difensiva. Nella fase centrale la gara è totalmente bloccato sui blocchi di partenza con le due squadre poco propositive e senza idee in zona gol. Al 75’ ci riprovano i toscani con uno schema su punizione che libera al tiro Pucciarelli murato dalla difesa granata. A 10 dal termine arriva una grande occasione anche per gli ospiti con Bovo, che liberato al tiro da Martinez, scarica in curva una buona chance. Proprio al 90’ i granata rimangono in dieci in virtù dell’espulsione rimediata da Jansson per doppio giallo, causato da un fallo al limite su Zielinski che poi spreca la punizione che ne scaturisce. Dopo 5 minuti di recupero termina 0-0 un match in cui a vincere è stata soprattutto  la noia.

TABELLINO E PAGELLE:

Empoli-Torino 0-0

AMMONITI: Vecino (E), 2xJansson (T), Gazzi (T), Moretti (T), Mario Rui (E), El Kaddouri (T)

ESPULSI: Jansson (T)

EMPOLI (4-3-1-2): Sepe 6; Hysaj 5,5, Tonelli 6, Rugani 6,5, Mario Rui 5,5; Vecino 6, Valdifiori 6, Croce 5,5; Verdi 6,5 (Zielinski 5,5); Maccarone 5 (Mchelidze s.v.), Tavano 6 (Pucciarelli 6). All. Sarri

TORINO (3-5-2): Gillet 7; Maksimovic 5,5, Jansson 5,5, Moretti 5,5; Darmian 6,5, El Kaddouri 5,5 (Farnerud s.v.), Gazzi 6, Bovo 5, Molinaro 6 (B. Peres 6); Martinez 6, Quagliarella 5,5 (Amauri s.v). All. Ventura

IL MIGLIORE – Gillet 7: in una partita in cui non abbondano di certo qualità ed occasioni da gol il migliore è sicuramente il portiere del Torino, abile in più occasioni ad inchiodare il punteggio sullo 0-0 iniziale. Bravo su Verdi nel primo tempo e nel secondo su Tavano

 

SHARE