SHARE

felipe anderson

Allo stadio Olimpico, si affrontano nel derby della capitale Roma e Lazio, per la 18/a giornata di Serie A. Stracittadina romana dal sapore di alta classifica che vede di fronte la seconda e la terza della classe, in un match che di per sé ha un valore importantissimo e che può influenzare pesantemente gli umori delle tifoserie. I giallorossi di Garcia hanno la grande chance, vincendo, di scavalcare momentaneamente la Juventus in attesa dei bianconeri di scena questa sera al San Paolo. La Lazio dal canto suo, forte di un Felipe Anderson in versione CR7 va a caccia dei tre punti che consoliderebbe la piazza Champions e avvicinerebbe gli uomini di Pioli sensibilmente ai cugini romanisti.

FELIPE ANDERSON SHOW – La gara inizia come ogni derby che si rispetti, con ritmi piuttosto elevati, conditi da un altissimo tasso di agonismo che contraddistinguerà tutta la sfida. I primi due squilli sono di marca biancoceleste, con Candreva protagonista nei primi 10 minuti, con due conclusioni dal vertice dell’area non molto larghe rispetto alla porta di De Sanctis. Nei primi 20 minuti la Roma tenta di trovare il bandolo della matassa attraverso un possesso palla sterile e poco conclusivo, mentre la Lazio si difende e riparte con ordine. Dopo il tiro di Parolo che scalda i guantoni del portiere giallorosso, arriva il vantaggio laziale con Mauri che piazza la zampata vincente, in volo, su assist al bacio di uno scatenato Felipe Anderson, bravo a percorrere 40 metri palla al piede prima di servire un cioccolati al proprio capitano. Con la Roma sotto shock, la Lazio preme ancora e trova dopo soli 5 minuti, al 29’ il gol del raddoppio con l’indomabile Felipe Anderson abile a raccogliere un pallone vagante al limite dell’area e a punire con la rasoiata mancina Morgan de Sanctis. Nei minuti successivi la gara si incattivisce con i cartellini gialli che fioccano, ed una Roma che continua a non trovare spazio e idee nella retroguardia ospite. Sul destro sgonfio di Candreva al 46’ finisce un primo tempo dominato dalla Lazio.

IMMENSO TOTTI – E’ subito un’altra Roma nella ripresa: pronti via e Totti su assist al bacio di Strootman piazza da pochi passi il pallone del 1-2 che riapre la partita. I giallorossi cavalcano l’inerzia positiva e al 52’ sfiorano ancora la rete con Iturbe che dalla destra si accentra e spara un bolide parati da Marchetti. In mezzo alla vogliosa reazione della Roma, è la Lazio ad andare vicina al 3-1 con Mauri che si avventa con i tempi giusti su un cross di Basta, stampando il pallone sul palo a De Sanctis battuto. Al 64’ arriva il pareggio dei padroni di casa, ancora con il capitano che in spaccata volante su cross perfetto di Holebas batte per la seconda volta il portiere ospite: 2-2. La Lazio è alle corde e nella fase centrale ci provano ancora i giallorossi con il mancino di Strootman al 70’, ma soprattutto con le azione pericolose create dall’accoppiata Holebas-Iturbe sulla sinistra. Nel finale la girandola di cambi modifica il volto alle squadre, ma non la voglia di vincere: all’89’ i biancocelesti vanno ad un passo dal nuovo vantaggio con Klose che in girata da pochi passi con il destro, trova la super parata di De Sanctis. Nel recupero le squadre sono stanchissime e il risultato non cambia rimanendo inchiodato sul pareggio. Termina quindi 2-2 un derby divertente e giocato un tempo per parte dalle due compagini.

TABELLINO E PAGELLE:

Roma-Lazio 2-2 (24’ Mauri, 29’ Felipe Anderson, 47’ Totti, 64’ Totti)

AMMONITI: Anderson, Cana, Mauri, Marchetti (L); Iturbe, Nainggolan, Pjanic, e Rossi (R)

ESPUSLI:

Roma (4-3-3): De Sanctis 6; Maicon 5,5, Manolas 5,5, Astori 5,5, Holebas 6,5; Pjanic 5,5, De Rossi 5,5, Nainggolan 5 (Strootman 6,5); Florenzi 5 (Ljajic 6), Totti 7,5, Iturbe 5,5 (Destro s.v.)
Lazio (4-2-3-1): Marchetti 5,5; Basta 6,5, De Vrij 6 (Cavanda 6), Cana 5,5, Radu 5,5; Parolo 5,5, Biglia 6; Candreva 6, S. Mauri 6,5, F. Anderson 7 (Onazi 6); Djordjevic 5,5 (Klose 6)

IL MIGLIORE – Totti 7,5: cambia completamente il volto della Roma nella ripresa, trascinando i giallorossi, quasi da solo, al pareggio finale grazie alle due zampate che gli permettono di portare ad 11 il bottino di reti nella stracittadina in campionato

 

I GOL:

0-1 (Mauri)
https://vine.co/v/ODaFQwb1Tx6

0-2 (F. Anderson)
https://vine.co/v/ODalMYQ1Vxw

1-2 (Totti)
https://vine.co/v/ODWuYuV3HFH

2-2 Totti

https://vine.co/v/ODWmFz2w3hQ

SHARE