SHARE

Roberto Mancini

Alla vigilia del match contro l’Empoli, fondamentale per ritrovare continuità, Roberto Mancini parla in conferenza stampa sia dell’impegno contro i toscani che di altre delicate questioni di casa Inter. Mancini, infatti, si è intrattenuto a parlare con i giornalisti anche riguardo la situazione di Osvaldo e quelle degli altri giocatori interisti.

Ecco le parole di Mancini: “L’Empoli? Sta facendo un ottimo campionato e sarà dura. Storicamente non sarà facile contro l’Empoli. Non possiamo pensare 2-3 partite alla volta, ma gara dopo gara. Sono tutte partite difficili. Ranocchia? Domattina decidiamo, con Ranocchia in più avremmo un’altra soluzione. Kovacic? Ha dato poco finora per la sua qualità, crescendo darà di più. Ma oggi può essere decisivo in ogni partita, deve migliorare in certe zone e posizioni. Bisogna parlare per capire, ogni giorno ha miglioramenti. Shaqiri si è allenato bene, ma non può giocare una partita intera. M’Vila ha bisogno di giocare ma non posso dargli questa certezza. Vedremo nei prossimi giorni le sue intenzioni. Ci sono possibilità in cui può giocare sempre. Osvaldo si sta allenando col preparatore, vedremo nei prossimi giorni. Spero si prenda la decisione migliore per lui. Perché non lo possa essere l’Inter? Una cosa di famiglia, non credo sia giusto parlarne fuori. Ranocchia fuori perché troppo “per bene” in campo? Assolutamente no. Più la squadra andrà avanti più i giocatori potranno giocare. Con il tempo cambiare uno o due giocatori non creerà problemi. Ci può stare che Ranocchia stia in panchina. Con l’arrivo di Shaqiri Hernanes può fare il centrocampista centrale, perché col Brasile l’ha fatto, ma anche altri ruoli di centrocampo. Adesso non è al massimo della condizione. Rimonta Champions? Può arrivare solo con il lavoro giornaliero. Vedo che è sempre meglio, la squadra ci crede, questo mi fa ben sperare. Poi stava dando meno di quello che poteva, per questo ho sensazioni positive. Poi può essere che non ci si riesca, ma dipenderà da no. Palacio è disponibile, ma quando ci sono tante partite si può stare in panchina. Podolski e Shaqiri offrono un’alternativa. Vidic ha un atteggiamento migliore e fisicamente sta meglio. Credo debba fare di più, la sua condizione è calata non giocando per un mese. Deve ritrovare la condizione migliore, ha grande esperienza e sono contento della sua prestazione. Spero continui. Se Osvaldo partisse, in attacco saremmo a posto così.”

 

Claudio Agave 

SHARE