SHARE

Cosco

Vincenzo Cosco, ex allenatore della Torres costretto a lasciare la panchina sarda il mese scorso a causa di un cancro, è stato sottoposto ad intervento chirurgico e sta già molto meglio secondo quanto affermato dal dottor Luigi Schips, primario di Urologia degli Ospedali di Vasto e Lanciano nonché responsabile del reparto di Chirurgia robotica a Chieti, una delle strutture più all’avanguardia in Italia in ambito oncologico. Cosco aveva annunciato le proprie dimissioni prima di Natale svelando di dover fare nuovamente i conti con la terribile malattia manifestatasi anni prima ed è stato operato la settimana scorsa, rispondendo bene sin da subito al decorso post-operatorio.

COSCO UN ESEMPIO – Di seguito le parole del dottor Schips: “È stato un intervento delicato su un corpo in uno stato avanzato della malattiaVincenzo ha reagito bene, compatibilmente con la delicatezza dell’intervento. La sua risposta, sia dal punto di vista fisico sia psicologico, è stata molto positiva, così come lo è stato anche l’approccio mentale alla sua malattia. Cosco ha deciso di rendere pubblico il suo problema e credo che abbia anche seguito una giusta e precisa strategia. È un esempio per molti, perché in Italia, seppur negli ultimi 20 anni l’approccio sia sensibilmente cambiato, ancora ci si nasconde. Siamo un ‘unicum’, perché nel resto dell’Europa la malattia è vissuta più positivamente rispetto che nel nostro paese. Da noi sembra quasi che ci si debba nascondere in questi casi perché magari qualcuno ha mandato una maledizione. Non è questo l’atteggiamento giusto ed è un bene che chi ha una maggiore visibilità come mister Cosco possa fungere da esempio per tutti. Vincenzo ha dimostrato una forza impressionante e spero che possa essere una guida per tutti coloro che si trovano a dover combattere la stessa battaglia”.

LOTTO CON VOI – Il dottor Schips parla anche delle tappe da raggiungere nelle prossime settimane: “Come detto mister Cosco ha reagito molto bene all’intervento, adesso verranno svolte le opportune terapie in considerazione dell’evolversi del quadro clinico; verranno usati metodi nuovi ed inimmaginabili fino a qualche anno fa, alla fine riusciremo a farlo tornare in panchina”. Lo stesso mister Vincenzo Cosco ha fatto sapere: “Sto meglio e sono contento che tutto sia andato bene. È stata dura perché l’intervento è stato abbastanza delicato e, seppur lentamente, sto provando a tornare alla normalità, prima dell’inizio del ciclo di cure. Sto affrontando la malattia e le sue sofferenze con la giusta tranquillità ma anche con la consapevolezza che per vincere questa partita servirà tutta quella grinta che ho sempre messo sui campi di calcio. Là avevo con me i miei calciatori, oggi ho l’affetto e il calore della mia famiglia, che stanno combattendo insieme al sottoscritto”.

TORNA PRESTO, MISTER – Tanti sono stati gli attestati di stima e di incoraggiamento ricevuti in questi giorni dal mister, con telefonate arrivate da Javier Zanetti, Damiano Tommasi, Renzo Ulivieri e molte altre personalità di spicco del calcio italiano. Cosco in conclusione ha ringraziato tutti coloro che lo hanno telefonato non mancando di dedicare un particolare ringraziamento a medici, infermieri ed altri membri del personale del reparto di Chirurgia Multidisciplinare dell’Ospedale SS. Annunziata di Chieti.

SHARE