SHARE

nainggolan-urlo

 

Radja Nainggolan, centrocampista della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni al settimanale Marca Plus in cui ha parlato anche della situazione arbitrale. Ecco ciò che pensa il belga:

Arbitri – “Non so se i bianconeri abbiano degli aiuti arbitrali, ma gli episodi favorevoli vanno sempre verso lo stesso lato. E’ qualcosa che c’è qui in Italia. Il calcio è difficile per gli arbitri, per i giocatori, ma credo che quest’anno vincerà chi veramente lo merita”.

Scudetto: “Possiamo vincerlo, ma solo se saremo forti mentalmente e staremo concentrati: io credo in questo progetto. A Roma si può vincere, c’è una reale possibilità che accada. E se non succederà questa stagione saremo ancora più carichi la prossima”.

I riferimenti -“La grinta di Gattuso, la qualità di Xavi, il dinamismo di Vidal. Cerco di raggiungere un po’ di ognuno di loro. Keita è un uomo tranquillo e umile, nonostante abbia vinto tantissimo e abbia una personalità fortissima. Ci regala una grande carica e ci sprona a non mollare mai. L’Europa League non l’ho mai giocata, ma credo sia una competizione molto aperta, dove molto dipenderà dallo stato di forma in cui ci si trova quando la si affronta. Se stiamo bene possiamo battere chiunque”.

Totti – “Posso solo dire che è uno dei pochissimi giocatori che può cambiare le sorti di una partita da solo”

Garcia – “E’ un motivatore assoluto, ci tiene sulla corda, attenti e concentrati. E anche chi non è titolare sa che può entrare in qualsiasi momento”

SHARE