SHARE

mihajlovic

Sinisa Mihajlovic, ospite ieri sera a “La Domenica Sportiva”, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla sua Sampdoria, terza in classifica in coabitazione con il Napoli ed oramai non più una sorpresa del campionato.

NON FERMIAMOCI – “Siamo terzi in campionato grazie a serietà, lavoro duro e dedizione costante, non rappresentiamo più una piacevole sorpresa ma una solida realtà. Di recente mi sono un pò arrabbiato con l’ambiente perché non dobbiamo accontentarci di stare in zona Europa e soprattutto non dobbiamo perdere coscienza di chi siamo e da dove veniamo, dietro di noi ci sono squadre più attrezzate tecnicamente ed economicamente, quindi serve attenzione massima ogni momento”.

FERRERO L’ISTRIONE – Mihajlovic parla del presidente blucerchiato, Massimo Ferrero: “E’ un personaggio e gli piace esserlo, ci è e molte volte ci fa volentieri. Con me si comporta sempre benissimo, è uno atipico e pur amando fare spettacolo sa essere molto serio quando occorre, inoltre apprende in fretta. Gabbiadini? Con noi ha fatto grandi cose e ci ha risolto molte partite, gli auguro il meglio e può diventare un grande giocatore”.

STEFANO PENSA AD ALTRO – Infine su Okaka Mihajlovic ha affermato: “Stefano è stato altrettanto fondamentale ed è migliorato davvero molto, ultimamente però mi è sembrato un pò distratto, non so se per il calciomercato o per altri motivi. Per questo ho deciso di tenerlo in panchina, anche perché alle sue spalle c’è un elemento esperto e smanioso di farsi vedere come Bergessio, che io ho voluto alla Sampdoria e che in questi mesi si è sempre allenato con una professionalità che appartiene a pochi senza mai lamentarsi”.

SHARE