SHARE

cacia

Quota 100, sembra sempre qualcosa di inarrivabile, il traguardo che qualunque attaccante vorrebbe raggiungere. Stasera, con il goal al 38′ di Bologna-Perugia, Daniele Cacia è arrivato a quota 100 goal in serie B.

Molti pensano che fare goal in serie B sia più facile, difese ballerine o giocatori non di livello. In realtà è totalmente il contrario: un campionato fisico, combattuto e molto più “tosto” rispetto a tanti campionati maggiori.

L’attaccante calabrese, capocannoniere della serie cadetta nella stagione 2012-2013 con la maglia del Verona (24 goal) ora in forza al Bologna, ha segnato soprattutto con le maglie di Piacenza, Reggina, Padova e Verona, esordendo in serie B con la maglia del Piacenza ad appena 18 anni. Girato in prestito a Ternana e Spal, in C1, gioca pochissimo a causa della rottura del perone, tornando a Piacenza nel 2003-2004 e togliendosi la soddisfazione del primo goal in serie B contro il Napoli nella partita vinta dai partenopei 3-2.

Da lì in poi incomincia la carriera da bomber: torna in C1 alla Pistoiese per poi tornare a Piacenza per due stagioni dove sigla 34 goal in totale. Gli occhi delle società di serie A puntano su di lui: la spunta la Fiorentina, che, viste le scarse prestazioni, lo manda in prestito a Lecce. Il rendimento è anche in Puglia al di sotto delle aspettative e Daniele capisce che il campionato che gli calza a pennello è proprio quello di serie B.

Reggina, ancora Piacenza, Padova, Verona (dove vince il titolo di capocannoniere della serie cadetta con 24 goal) ed infine Bologna, squadra che conta tuttora sui suoi goal per tornare nel palcoscenico principale della serie A.

Complimenti Daniele, altri 100 di questi goal!

Di Gianluca Gavini

SHARE