SHARE

gervinho

La Coppa d’Africa di Gervinho potrebbe essere già finita. L’attaccante della Roma infatti, è stato protagonista di una vera e propria sciocchezza che potrebbe costargli una squalifica pesante. Nel corso della gara d’esordio della sua Costa d’Avorio, opposta alla Guinea, ha palesemente colpito al volto un avversario nel tentativo di liberarsi dalla marcatura di quest’ultimo e ricevere palla dopo una rimessa laterale.

Non contento, dopo il cartellino mostratogli dal direttore di gara, l’ivoriano ha letteralmente perso la bussola, sbattendo pugni a terra, imprecando e addirittura cercando il contatto fisico con l’arbitro. Una reazione apparentemente inspiegabile, per un giocatore corretto come lui e che in carriera non era mai incappato in “infortuni” simili. Gervinho, vista la gravità del gesto e la successiva sceneggiata, rischia fino a 3 turni di squalifica; il che vorrebbe quasi certamente significare, addio alla Coppa d’Africa.

Chissà, a questo punto, cosa penseranno alla Roma che si era rassegnata a farne a meno per un periodo decisamente più lungo. La Costa d’Avorio, già sotto di un gol al momento dell’espulsione di Gervinho, è poi riuscita a pareggiare grazie alla rete di Doumbia ma è chiaro che, la rinuncia al suo attaccante migliore, la pone in una situazione non semplice. Garcia e i tifosi giallorossi ci sperano: Gervinho potrebbe rientrare in Italia e tornare a dare una mano nella rincorsa alla capolista Juventus.

SHARE