SHARE

roma_empoli_tim_cup_12_85355_immagine_obig

Servono i tempi supplementari e un calcio di rigore inesistente alla Roma per piegare un grande Empoli all’Olimpico e approdare ai quarti di finale di coppa Italia. La squadra di Sarri era stata in grado di portare i giallorossi ai supplementari grazie a un gol di Verdi che aveva pareggiato il vantaggio iniziale di Iturbe.

ECCO ITURBE– La partenza della Roma è famelica e porta subito al vantaggio. Maicon è bravo a proporsi a destra, il suo cross viene deviato ma diventa buono per Iturbe che è svelto nel coordinarsi e mettere in rete con un bel destro il gol dell’1-0. L’Empoli prova subito a reagire con l’ex di turno Tavano che, servito dall’esordiente Saponara, lascia partire un bel diagonale che esce di un soffio. Al 24’ la Roma perde Ashley Cole che lascia il posto a Holebas a causa di un brutto colpo alla mandibola,. Al 36’ ci prova Signorelli con una botta da fuori che termina di poco alta, gli risponde Nainggolan al 40’ con un tiro-cross sul quale Bassi fa buona guardia. Quattro minuti dopo, la Roma va vicino al raddoppio sugli sviluppi di un calcio d’angolo deviato pericolosamente da Bianchetti verso la propria porta.

MALDESTRO– Nella ripresa l’approccio dei padroni di casa è ancora buono. E dopo nemmeno due minuti, Mattia Destro, tra i più attesi, si divora il 2-0. Bianchetti sbaglia una respinta di testa, servendo involontariamente l’ex Siena che, solo davanti a Bassi, si inventa un cervellotico tiro al volo che termina clamorosamente fuori. Lo stesso Destro, prova  a rifarsi al 61’, questa volta calciando da fuori ma Bassi è bravo a respingere. Quattro minuti dopo lo imita Pjanic ma la palla termina a lato. Al 57’ l’Empoli ricorda ai giallorossi di essere ancora vivo con un gran numero di Zielinski che stoppa e tira da fuori sfiorando la traversa e mettendo i brividi a Skorupski.

SORCI VERDI– La pressione dell’Empoli però col passare dei minuti continua a crescere. Zielinski continua a ronzare tra le linee giallorosse e a dare non pochi fastidi agli uomini di Garcia che pian piano calano. Così, Vecino all’80’  domina in mezzo al campo e lancia alla grande in profondità il neo entrato Verdi che brucia sullo scatto Astori, salta secco Skorupski e deposita in rete il gol del pareggio che gela l’Olimpico. La Roma prova a reagire prima con una bella girata di Destro che termina a lato e poi al 92’ con Iturbe che duetta con Maicon e calcia due volte addosso a Bassi che chiude la porta. Si va ai supplementari.

RIGORE E POLEMICHE– Gli uomini di Garcia provano a riversarsi nella metà campo avversaria ma in maniera confusa, qualche pericolo però lo crea. Prima con un tiro da fuori centrale di Nainggolan che Bassi alza in corner per non correre rischi al 100’, poi tre minuti dopo ci prova Iturbe di testa, Bassi è battuto, ma Mario Rui (in campo per onor di firma) salva sul palo. Proprio allo scadere del primo supplementare, però, Bassi è super nel respingere un tiro a botta sicura di Lijajic ben imbeccato da Destro. Nel secondo tempo supplementare l’Empoli sembra poter gestire la partita ma al 113’ arriva l’episodio decisivo. Zielinski entra su Paredes toccando prima il pallone e poi l’argentino,  l’arbitro Di Bello però scatena l’ira toscana fischiando un rigore che pare quantomeno dubbio. Dal dischetto De Rossi non si fa intimidire e spiazza Bassi portando la Roma ai quarti. L’Empoli prova a reagire con Tavano al 120’ ma Skorupski è super nel respingere il tiro a botta sicura del capitano toscano.

LE PAGELLE:

ROMA: Skorupski 6; Maicon 6.5, Yanga Mbiwa 6, Astori 5.5, Cole 6 (24’ Holebas 6.5); Pjanic 5.5 (80’ Paredes), De Rossi 6, Nainggolan 6.5; Iturbe 6.5, Totti 6 (67’ Ljajic), Destro 6. All. Garcia 5.5.

EMPOLI: Bassi 6.5; Laurini 5.5 (52’ Hysaj 6), Bianchetti 5, Barba 5.5, Mario Rui 6; Vecino 6.5 , Signorelli 6, Laxalt 5; Saponara 5.5 (56’ Zielinski 6.5); Tavano 6, Maccarone 5.5 (67’ Verdi 6.5). All. Sarri 7.

SHARE