SHARE

Philippe Mexes  è stato intervistato da Milan Channel. Ecco quanto dichiarato dal difensore centrale:

“Tutto è aperto, stiamo lavorando e stiamo cercando di fare attenzione a questo inizio di anno. Dobbiamo guadagnare più punti possibili perché sta diventando dura. Non dobbiamo cercare scuse, dipende solo da noi forse dopo le partite con Napoli, Roma e Real abbiamo lavorato forse un po’ meno bene. Dobbiamo ricompattarci tutti e essere più squadra. La partita col Sassuolo in campionato è andata male, a Torino abbiamo giocato malissimo, questi non siamo noi. Non siamo quella squadra. Dobbiamo ottenere un bel risultato contro la Lazio, giocando bene per riprendere fiducia. La Lazio lotta per il terzo posto, hanno grande qualità. Andremo lì per fare bella figura, perché siamo il Milan e dobbiamo fare le stesse prestazioni di Napoli e Roma”.

Ancora Mexes sulle condizioni della rosa: “È una questione mentale, psicologica, se giochiamo male abbiamo poca fiducia. Dobbiamo tornare a giocare semplice per tornare al livello a cui eravamo a dicembre. Siamo tutti sulla stessa barca e insieme usciremo da questo momento, questo è lo spirito che dobbiamo avere. Purtroppo siamo sei centrali ma tra squalificati e infortunati tocca giocare a tutti, la cosa bella è che tutti possiamo far vedere che ci siamo, la concorrenza è sana. Chi non giocava, se giocherà si sentirà meglio. La cosa più importante ora sarebbe vincere, non basta giocare, dobbiamo dare di più”.

E infine una considerazione sui movimenti di mercato della società rossonera: “Ho sempre cercato di dare il mio sostegno a Niang perché è giovane e ha tante qualità, deve capire che è un professionista e ora tocca a lui far vedere quello che vale. È un peccato vederlo in panchina, deve sfruttare al meglio questa opportunità. Suso è un ragazzo tranquillo, scopre ora un nuovo ambiente, non è semplice per lui in questo momento ma si sta allenando molto bene, ha lo spirito giusto”.

SHARE