SHARE

sampdoria-ferrero-presentazione

Giornata di presentazioni in casa Sampdoria, il calciomercato firmato Ferrero è decisamente scoppiettante e oggi in casa blucerchiata si presentano ben 4 facce nuove della Doria che verrà. Correa e Muriel sono un ottimo biglietto da visita per le speranze dei tifosi della formazione ligure, Frison e Coda validissimi innesti per la nostra Serie A.

PRESENTAZIONE NUOVI ARRIVI Subito la parola al vulcanico presidente della Sampdoria Ferrero “Volevo dire che sono molto orgoglioso di questi sei mesi di Sampdoria, siamo un’azienda solida, abbiamo fatto un girone senza che ci abbia regalato niente nessuno, volevo ringraziare i ragazzi e Sinisa. Oggi vi ho portato quattro perle e domani…forse un altro. Io mi sono riproposto di imitare un altro signore romano” La parola passa poi ai giocatori, Coda in primis “I giorni delle trattative sono difficili. al momento ho la famiglia in camera d’albergo. Sampdoria realtà molto positiva. Conoscevo alcuni ragazzi da tanti anni e questo favorisce l inserimento. Un gruppo che sta facendo grandi risultati. Sognare non costa nulla. Il presidente giovedì è venuto e ci ha tirato su il morale. Come detto prima è una circostanza che non auguro a nessuno. Per me è stato brutto la situazione dei bambini, ho ricevuto mercoledì una chiamata per tornare su, ma è andata bene così“.

Tocca poi a Frison “Sampdoria grande occasione. La società mi ha voluto e darò il massimo. So che ci sono due grandi portieri e che lavorerò con loro, conterò sui loro consigli e sulla loro esperienza. Voglio migliorare. Sono reattivo, bravo potrà i pali, sono molto migliorato in questo periodo e so che posso farlo ancora qui. Mi ispiro a Buffon che è il più forte del mondo per me. Se avrò la possibilità farò grandi partite” Intermezzo di Ferrero che ribatteLa Samp vincerà il secondo derby col Genoa per 4-1. Se domani arriva Eto’o? Se lavorassi un po’ di meno mi divertirei di più.  Io sono nuovo, i Pozzo invece cercano di guadagnare sempre di più. Eto’o è in Italia? Non lo so, adesso lo chiamiamo e vediamo dov’è. Non dobbiamo sempre smascherare ci sono anche le sorprese nella vita!”.

Poi MurielÈ stata un po’ lunga l’attesa ma alla fine abbiamo raggiunto tutti quello che volevamo. Volevo ringraziare tantissimo il presidente Ferrero e il mio procuratore che hanno lavorato tantissimo per portare avanti questa trattativa. Ma voglio ringraziare anche i Pozzo che mi hanno portato qui in Italia, e i tifosi dell’Udinese che mi sono sempre stati vicino anche in momenti difficili. Sono contento di essere qua, sono colori che piacciono a tutti. Voglio tornare ai livelli di Lecce, ho ritrovati Osti ma voglio lavorare per recuperare dall’infortunio. Ci vorrà del tempo ma sono tranquillo” infine Correa, paragonato addirittura a Pastore e Kakà “Sono ansioso di giocare. I tempi di ambientamento non mi spaventano. Pastore è un ottimo giocatore, famoso in Argentina. Voglio cercare però di essere me stesso e giocare per questa maglia. Contento di essere qua. Mi piace giocare trequartista o a sinistra” Sul finale ancora Muriel “Dove voglio giocare? Non importa dove, ho grande voglia. Giocare con Eto’o sarebbe bellissimo, ha vinto tantissimo e sarebbe un onore”.

Suggello finale da parte di Osti Eto’o lo aspettiamo quanto prima, ma con l’Everton pochi dettagli. Muriel mi auguro che possa tornare sui suoi livelli una volta che riacquisterà la sua forma fisica per consacrarsi alla Sampdoria. Frison arriva con prestito con diritto di riscatto. Muriel e coda sono definitivi. Correa abbiamo fatto un grande investimento. Ha grandissimi qualità tecniche ma dovrà ambientarsi in Italia. È importante che non gli vengano addossate troppe pressioni. È un trequartista, a seconda di come giocherà Mihajlovic, attualmente può essere visto come vice Soriano”.

 

Stefano Mastini

SHARE