SHARE

mastour

Il Milan sta vagliando la possibilità di quotarsi sulla Borsa asiatica, con la sola mossa da compiere per attuare questo proposito che consiste nello scegliere fra Hong Kong, Singapore e Dubai. A svelare la notizia è stato Tarik Ben Ammar, attuale editore di Sportitalia e amico dei vertici presidenziali rossoneri, per il quale “la quotazione in una Borsa orientale o del Golfo si può attuare nel giro di un anno e porterebbe parecchi introiti visto che il marchio Milan da quelle parti tira molto e ci sono tanti possibili investitori“.

GIOVANE PROBLEMA – Intanto però in casa Milan c’è da fare i conti con situazioni più prettamente prioritarie: oltre alla crisi tecnica e di punti che affligge la squadra allenata da Filippo Inzaghi, ci si mette pure la grana-Mastour. La compagine di via Aldo Rossi deve risolvere la questione del contratto del giovane talento italo-marocchino, che andrà in scadenza a giugno 2017 e sarebbe cercato dal Real Madrid, scatenato sul mercato dei giovanissimi talenti.

FARE PRESTO – Mastour, ormai da tempo impiegato nella spola fra Primavera e convocazioni con la prima squadra pur non avendo ancora ufficialmente esordito in Serie A, desidera maggiore spazio. Per il Milan è una situazione da risolvere al più presto.

SHARE