SHARE

benitez habla

Anti-vigilia di campionato per il Napoli di Rafa Benitez, il quale dopo il match vinto ai rigori in Coppa Italia giovedì, sarà di scena lunedì sera in campionato al San Paolo quando ospiterà il Genoa per la prima di ritorno. Il tecnico spagnolo ha parlato poco fa in esclusiva ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’: “Udinese? Non mi piace soffrire, ma abbiamo dimostrato carattere e sui rigori abbiamo dimostrato personalità. E’ stato importante vedere giocatori come Strinic arrivare fino alla fine. Il gioco, comunque, non è stato male. Abbiamo avuto buone occasioni e credo che abbiamo meritato il passaggio del turno. Strinic? L’inserimento di Gabbiadini è più facile perchè parla italiano, mentre Strinic parla inglese ma non come un britannico e non è facile. Ma è molto intelligente e capisce molto di tattica”.

BILANCI – L’ex allenatore del Liverpool ha poi proseguito parlando di obiettivi, San Paolo e delle prestazioni di Hamsik: “Nessuno si accontenta e questo è un segnale della crescita della società e della squadra. Alla fine è positivo. Siamo al terzo posto, mai dire mai possiamo guardare anche avanti e siamo andati avanti in tutte le competizioni. Anche chi gioca di meno è motivato ad andare avanti in tutte le competizioni, per avere più minuti a disposizione per tutti. Fare giocare i giocatori che non giocavano così bene contro l’Udinese è un segnale che la rosa cresce e dà fiducia per tutte le competizioni e dà competizione per tutta la rosa. Ha fatto bene Hamsik, ma anche Andujar ed altri. Il calcio italiano deve migliorare molto sugli stadi. Aurelio sa quale è la strada giusta. E’ una grandissima differenza per i calciatori che possono arrivare”.

MERCATO E TATTICA – Chiusura dedicata a rinnovo, mercato e questioni tattiche: “Rinnovo? Ho grande rispetto per la città e la società e sono un professionista. La decisione la prenderemo tra tre mesi parlando con Bigon ed il Presidente, ma continua il dialogo ogni settimana per migliorare e lavorare. L’unica cosa che posso dire è che continuo a fare il massimo per la squadra. Mercato? Fare Strinic e Gabbiadini dimostra la nostra capacità sul mercato. Stiamo attenti, ma non è facile trovare calciatori del livello della nostra squadra. Sarebbe scorretto dirlo nei confronti dei miei giocatori, sono contento della squadra ma si può sempre migliorare.”

“Duvan e Higuain? L’abbiamo fatto qualche volta a partita in corso, ma andiamo in difficoltà a centrocampo. Si può fare qualche volta, ma dipende anche dal centrocampo che abbiamo. Strinic-Britos? Strinic non aveva lavorato per un mese, vediamo come recupera e poi decideremo”.

SHARE