SHARE

morganella gol fantasma

L’ex arbitro Domenico Messina, attuale designatore della CAN di Serie A, ha rilasciato alcune significative dichiarazioni a “Radio Anch’io Sport” su Radio Rai 1: “Gli arbitri sono i primi ad essere dispiaciuti quando sanno di aver compiuto un errore e quando questo viene messo in prima pagina. E’ normale che tutti vorrebbero sempre evitare certe situazioni ma purtroppo siamo umani e lo sbaglio è contemplato, fa parte del gioco ed a volte non è possibile evitarlo”.

GOL FANTASMA – Ha generato molte discussioni il gol valido non concesso a Morganella in Sampdoria-Palermo, con il pallone che aveva varcato la linea di porta. Nella circostanza l’addizionale Chiffi non se ne è reso conto: “Ieri al Ferraris c’era Orsato di Schio a dirigere la partita, non certo l’ultimo arrivato. Agli assistenti addizionali consigliamo di tenersi in movimento per impedire al palo di ostruire la visuale, va detto comunque che non è facile agire in una frazione di secondo in relazione ad un tiro scagliato a 100 km orari dai venti metri”.

SI ALLA TECNOLOGIA, MA… – “E’ per questo motivo che la tecnologia andrebbe introdotta per evitare problematiche come quella di ieri, ma qualsiasi supporto comporta comunque dei costi, con le risorse che però scarseggiano. E mentre il calcio genera comunque miliardi di euro la classe arbitrale si vede costretta a tagliare incontri e meeting perché le casse piangono e deve svolgere formazione allo stesso modo”.

BRAVO MISTER – Messina elogia in chiusura la sportività di Beppe Iachini: “Voglio elogiare il grandissimo fair play dell’allenatore del Palermo, il quale nonostante l’evidente danno subito dal gol non concesso non ha fatto drammi od isterismi, è questo l’atteggiamento giusto visto che qualsiasi discussione post-gara non porta a nulla se non a veleni e polemiche inutili”.

SHARE