SHARE

tacopina-bologna-61794

 Il Bologna sogna la Serie A. La rifondazione è appena iniziata. 

MERCATO – Tanti acquisti in questa sessione di mercato per il club del patron americano Tacopina, che è riuscito a mettere a segno colpi importanti per la promozione diretta in Serie A. Sono arrivati il giovane Mbaye dall’Inter,  Da Costa e Gianluca Sansone dalla Sampdoria, il bomber Mancosu dal Trapani per rinforzare la squadra falsinea già composta da giocatori di categoria superiore. Nelle ultime ore, però, il ds Corvino (arrivato a gennaio) dovrebbe concludere la campagna acquisti con due giocatori provenienti dalla Sampdoria: Krsticic e Gastaldello sembrerebbero davvero ad un passo. A Bologna è tornato anche Marco Di Vaio, questa volta nelle vesti di Club manager: l’ex attaccante rossoblu avrà la responsabilità, sotto la supervisione del direttore dell’area tecnica Pantaleo Corvino, delle attività relative alla gestione della prima squadra. Potrà, inoltre, partecipare alle iniziative di comunicazione organizzate dal club. La figura più importante della società di Tacopina è, senza ombra di dubbio, Pantaleo Corvino, uno dei migliori dirigenti sportivi degli ultimi vent’anni, che da due anni non aveva una squadra: il progetto Bologna, però, l’ha convinto seriamente.

SERIE B – La squadra di Lopez è a quota 40 punti in classifica, seconda dietro al Carpi distante di solo sei lunghezze. Quattro vittorie consecutive per il club bolognese nell’ultimo mese: battute Pro Vercelli, Lanciano, Perugia ed Entella. Nella prossima giornata al Dall’Ara arriva il Pescara, che nelle ultime giornate è salito nella zona playoff. Il prossimo passo da fare è agganciare il Carpi capolista. Ma attenzione al Livorno al terzo posto, lontano solo di tre punti.

MAZZARRI – In caso di promozione in Serie A, il patron Tacopina con il suo staff starebbe pensando già al prossimo allenatore per la massima serie: il nome che circola è quello di Walter Mazzarri esonerato dall’Inter a novembre. Il tecnico di San Vincenzo è l’uomo con la giusta esperienza per condurre la compagine rossoblu in Serie A, ma c’è da risolvere il contratto con il club di Thohir. Il buon Walter già conosce l’ambiente bolognese: nel biennio 1996-1998 è stato il vice di Ulivieri, mentre tra il 1999 e il 2011 ha allenato la Primavera dei falsinei.  Inoltre, sembra proprio che l’ex allenatore del Napoli stia imparando l’inglese per consacrarsi definitivamente anche a livello internazionale.

Un progetto serio e avvincente. Tutta Bologna davvero sogna in grande.

SHARE