SHARE

Vidal

Dopo l’allungo sulla Roma e il pass per le semifinali di Coppa Italia, l’umore in casa Juventus è alto. A smorzare i sorrisi in casa bianconera però è arrivata la notizia della distorsione al ginocchio di Arturo Vidal, che salterà il match di domenica al Friuli contro l’Udinese. L’assenza del cileno ha fatto scattare lo stato d’emergenza in mezzo al campo, vista la contemporanea squalifica di Marchisio.

RITORNO AL FUTURO– Allegri, pertanto, deve inventarsi la formazione. Tutto lascia pensare che il livornese al Friuli proporrà un ritorno al 3-5-2. Davanti a Buffon, agiranno Caceres, Bonucci e Chiellini. Con Lichtsteiner e Evra avanzati sulla linea dei centrocampisti. Proprio in mediana, come detto, i maggiori problemi. Allegri, infatti, ha a disposizione solo tre mediani e contro l’Udinese giocheranno tutti e tre. Si tratta di Pirlo, Pereyra e Pogba. In attacco, dopo il riposo di Parma, torna Tevez dal 1’. Al suo fianco Morata pare favorito su Llorente, anche grazie all’ottimo spezzone di gara in Coppa Italia.

ECCO NETO– Intanto la Juventus continua a muoversi sul mercato. E’ di oggi la notizia dell’accordo raggiunto col portiere Neto che, a giugno, si svincolerà dalla Fiorentina e approderà a Torino a costo zero. Per lui è pronto un quadriennale. Inoltre, riportato alla base De Ceglie, Madama cerca una punta. A condizione che Giovinco saluti la compagnia con sei mesi d’anticipo. Qualora ciò dovesse avvenire, i nomi caldi sono sempre quelli di Osvaldo e Pazzini. Col primo c’è già un accordo ma i rapporti con l’Inter sono eufemisticamente pessimi dopo la querelle Guarin-Vucinic di un anno fa. Per il Pazzo, invece, la Juve potrebbe mettere sul piatto uno scambio di prestiti proprio con De Ceglie.