SHARE

garcia1

Le voci di mercato che si rincorrono intensamente in questi giorni stanno distogliendo l’attenzione dai fatti di campo. “Ah si, domani giochiamo contro l’Empoli, davvero?” ha domandato scherzando Rudi Garcia oggi in conferenza stampa. Eh si perchè domani sera all’Olimpico (ore 20.45) la Roma oltre alla squadra di Sarri affronterà anche il suo mal di casa. Ultima vittoria tra le mura amiche datata a fine novembre contro l’Inter: poi una sconfitta e tanti pareggi. Se si vuole correre ancora per lo scudetto e tenere a bada il Napoli allora domani servono tre punti. Ma le ultime notizie da radio-Infermeria preoccupano abbastanza. Con De Rossi e Strootman out (quest’ultimo dovrà sottoporsi ad un nuovo intervento, minimo un mese di stop), il centrocampo è da inventare. Anche se Keita è tornato dalla Coppa d’Africa ed è stato convocato per domani, probabile che sia Paredes ad affiancare Pjanic e Nainggolan. In attacco le scelte sono contate. Destro è partito alla volta di Milano, i nomi quindi si restringono a Totti-Iturbe-Ljajic, più Florenzi come alternativa.

Poco meno di due settimane fa i giallorossi avevano battuto tra le polemiche l’Empoli in Coppa Italia, ora in campionato si gioca il secondo round. La compagine toscana è considerata da molti come la squadra con il miglior calcio, mentre quella di Garcia sta vivendo un periodo di poca brillantezza anche dal punto di vista del gioco.

Mercato – Capitolo calciomercato, l’erede di Destro con ogni probabilità sarà Seydou Doumbia. L’ivoriano, compagno di squadra di Gervinho in Coppa d’Africa, dovrebbe arrivare in prestito a 2 milioni con diritto di riscatto fissato a 12. Ormai abbandonata la pista Luiz Adriano, che lo Shakthar Donetsk non vuole cedere per non meno di 20 milioni.

La probabile formazione giallorossa: De Sanctis; Holebas, Yanga Mbiwa, Manolas, Maicon; Nainggolan, Pjanic, Paredes; Totti, Iturbe, Ljajic

 

SHARE