SHARE

ebagua-bari-serie-b

Partita strana al San Nicola, con un risultato che si rivela bugiardo. I tre gol di scarto,infatti, che subisce il Frosinone sono troppi, dato che i ciociari, sopratutto durante il primo tempo fanno la partita, peccando in precisione e cinismo. Cinismo che non è mancato ai padroni di casa, che capitalizzano le poche occasioni che sono riusciti a creare. Da registrare le grandi prestazioni di Minala ed Ebagua, che portano la squadra a guadagnare tre punti d’oro. L’ex Spezia mette a segno una doppietta che mettendosi sulle spalle il reparto offensivo barese.

Il Bari passa subito in vantaggio con “la zanzara” De Luca che si approfitta della dormita della difesa ospite battendo di testa in tutta solitudine Pigliacelli. Azione scaturita da una punizione dalla trequarti battuta da Salviato. Al 5′ si registra la reazione del Frosinone, con l’uomo dalla qualità maggiore, Federico Dionisi che dalla sinistra colpisce l’esterno della rete. L’ex Livorno si riaffaccia in area barese stoppando il cross di Soddimo, ma la conclusione non crea problemi a Donnarumma.

La squadra di Stellone spinge molto, e il Bari abbassa il suo baricentro fino a schiacciarsi nella propria area di rigore lasciando solo Ebagua come riferimento offensivo. Gli uomini di Nicola si affidano solo all’arma del contropiede, sfruttando le ali dinamiche. Il forcing dei ciociari è importante, e al 28′ Soddimo serve in profondità Ciofani, che spara addosso al portiere biancorosso. I padroni di casa, però, questa sera sono assai cinici, e al 46′,  Minala innesca Ebagua che riesce ad addomesticare e tirare verso la porta con il tiro che batte contro Zanon e finisce lentamente in porta. E’ due a zero, risultato, che alla fine dei primi 45′ appare abbastanza bugiardo.

Il Frosinone parte forte provando ad essere pericoloso da calcio d’angolo, ma è il Bari che va piu’ vicino al gol, con il diagonale di Galano che termina ampiamente a lato.

Al 50′, però, si fa notte fonda per i ragazzi di Stellone, dato che Gori, dopo aver ribattuto il tiro di Minala, ferma la sfera con il braccio causando un calcio di rigore. Ebagua delizia il pubblico del San Nicola con insaccando con un cucchiaio dolcissimo. La grande serata per i tifosi continua, perchè al 66′ fa il suo ingresso il campo Nicola Bellomo, tornato dopo le esperienze non felicissime al Torino, Spezia e Chievo. Il Frosinone continua ad attaccare, anche sotto di tre gol , denotando un grande spirito di abnegazione, con i giocatori, Dionisi in testa, che non mollano un centimetro. La serata, come detto, è storta per i giocatori di coach Stellone, che dopo numerosi attacchi inconcludenti, ricevono la beffa del 4-0. Ci pensa Giulio Ebagua, autentico mattatore del match, che raccoglie un lancio lungo trovandosi a tu per tu con Pigliacelli trafitto con il sinistro. Il thriller si completa con l’espulsione di Dionisi, che preda della frustrazione si lascia andare, offendendo il guardalinee. Il Bari porta a cassa tre punti fondamentali, che possono dare definitivamente una sterzata all’anonimo campionato.

Bari (3-4-3): Donnarumma; Salviato, Camporese, Filippini; Schiattarella (78’ Calderoni), Donati, Minala, Defendi; Galano (66’ Bellomo), De Luca (81’ Caputo), Ebagua. All.: Nicola

Frosinone (4-4-2): Pigliacelli; Zanon (71’ Carlini), Russo, Blanchard, Crivello; Paganini (71’ Curiale), Gori (57’ Frara), Gucher, Soddimo; D. Ciofani, Dionisi. All.: Stellone

Arbitro: Manganiello

 Reti: 2’ De Luca (B), 45+1’ aut. Zanon (B), 53’ rig. e 83′ Ebagua (B)

Note – Recupero: 1+4. Espulso: 91′ Dionisi. Ammonti: Minala, Gori, Russo, Donati, Dionisi, Paganini

SHARE