SHARE

serena williams - australian open

Era la favorita del torneo e non ha disatteso le aspettative: Serena Williams conquista per la sesta volta in carriera il trofeo degli Australian Open superando in finale un agguerrita Maria Sharapova con il punteggio di 6-3 7-6. L’americana centra così la vittoria numero diciannove in uno Slam piazzandosi terza nella classifica all-time dietro a Steffi Graf (ventidue) e Margaret Smith Court (ventiquattro).

LA PARTITA L’americana parte subito bene, sfruttando un game iniziale a tratti timoroso da parte della russa, e conquista così il primo break dell’incontro. Si segue poi la regola del servizio fino al 3-2 quando la partita viene interrotta per una lieve pioggia. Giusto un quarto d’ora per chiudere il tetto ed il gioco riprende. Serena continua a martellare e sale 5-2 e servizio: qui un piccolo passaggio a vuoto permette alla Sharapova di accorciare, ma nemmeno il tempo di festeggiare che l’americana le strappa a zero il servizio e chiude il primo set sul punteggio di 6-3. La russa si conferma una lottatrice fuori dal comune ma la differenza di artiglieria è evidente, soprattutto al servizio ed in risposta.

Il secondo set è più equilibrato ed entrambe le giocatrici giocano sullo stesso livello. Si arriva così al 5-4 per la Williams con la Sharapova al servizio: l’americana sale a match point sul 30-40 ma la russa lo annulla con un dritto lungolinea perfetto per potenza, precisione e coraggio. Dopo qualche game si arriva inevitabilmente al tiebreak: dopo due risposte vincenti che issano il punteggio sul 1-1 Serena scappa avanti con tre punti consecutivi. Maria però non si arrende e risale fino al 5-4 e servizio: l’ennesima risposta vincente della Williams piega le ultime forze della russa che non potrà nulla sui due punti successivi e si arrenderà nel tiebreak per sette punti a cinque. 

 Si chiude così il torneo femminile, con un match giocato ad altissimo livello da entrambe le giocatrici e che ha messo in mostra il meglio che la WTA può offrire in questo momento per carattere, potenza, precisione e consistenza. La Williams dimostra ancora una volta perché è la giocatrice migliore del mondo e, senza alcun dubbio, una delle più forti di tutta la storia

 

SHARE