SHARE

mastour

Raiola fa parlare sempre di sé.

Nelle ultime interviste, l’agente più ricco del mondo ha toccato anche il tema Mastour dichiarando: “Non mi piace il circo intorno al giovane talento del Milan”. L’agente del futuro campione rossonero, Dario Paolillo, sentitosi chiamato in causa, ha replicato: “Intorno a Mastour non c’è nessun circo. Il ragazzo è un predestinato, conosciuto solo per le sue giocate, il suo talento e le sue qualità. Hachim non ha mai fatto parlare di sé per un comportamento sbagliato o per un tweet di troppo come altri… E questo perché è molto umile ed educato. Ed io mi occupo di accompagnarlo in questo percorso, gestendo ciò che gli ruota intorno. Mino dice che bisogna essere come dei padri, io ho 25 anni ed accompagno i ragazzi quotidianamente nel loro percorso come fossero fratelli. Costruendo per loro un cammino così come ho fatto con Sportiello. Siamo partiti dalla serie D e adesso è uno dei migliori portieri della serie A“.

Poi chiarisce la questione Scamacca, giovane attaccante del Psv: “Non so se considerarlo un onore, ma so che Raiola ha insistito per gestire Scamacca nonostante sapesse che il ragazzo si fida di me. Allora gli chiedo un favore: lui ha già il suo Ibrahimovic, lasci che io accompagni il suo erede verso il successo”.

SHARE