SHARE

il_debutto_di_pinilla_con_l_atalanta-550-370-429567

Vittoria importantissima per l’Atalanta, che, grazie ad un prodezza di Pinilla, porta a casa tre punti fondamentali  per la lotta salvezza. Bergamaschi che passano in vantaggio grazie a Biava, raggiunti poi da Dessena, riescono a vincere grazie all’ex Genoa.

 

L’Atalanta è molto propositiva sin dalle prime battute, collezionando già due calci d’angolo. Il match regala poche occasioni, con le squadra che sono bloccate e impaurite per la posta in palio importante. I padroni di casa sfruttano molto bene le fasce, con Moralez e Zappacosta che sono costantemente nel vivo delle azioni. Ospiti, che invece faticano a creare gioco, con manovre offensive molto lente.

Al 17′ si sblocca il match su punizione, grazie ad un colpo di testa di Biava che insacca in tutta solitudine. Vantaggio che appare meritato, dato che i ragazzi di Colantuono che si sono resi piou’ pericolosi rispetto agli avversari. Cagliari, che si affaccia in area, al 21′, con un batti e ribatti in area, che dopo un tiro di Longo parato da Sportiello, favorisce l’arrivo di Capuano che però spara a lato. Atalanta ancora pericolosa su  calcio piazzato, al 25′, con Stendardo in terzo tempo sfiora il gol. Al 34′, ancora bergamaschi, che stanno usufruendo degli esterni,stavolta con Zappacosta, che dalla destra prova di testa su cross di Moralez dall’altra parte del campo, ma la sfera colpisce l’esterno della rete. Al 43′ il giovane Donsah lascia partire una botta dal limite destre dell’area trovando pronto Sportiello. A sorpresa, dal corner seguente arriva il pareggio  cagliaritano da parte di Dessena, che sfrutta una carambola in area e in scivolata la mette dentro.

Il secondo tempo riprende con  il Cagliari che si propone in avanti, come al 54′ quando Joao Pedro tenta un destro i corsa che sibila accanto al palo. Due minuti dopo, ci prova uno spento Pinilla che con un’azione personale entra in area e fa partire un bolide che Brkic mette in angolo.La partita si fa piu’ vivace e divertente, entrambe le squadre vogliono il gol del due a zero. L’Atalanta prova a fare la partita e il Cagliari si difende partendo in contropiede. L’occasione piu’ importante per i primi 20′ capita a Denis, che gira di testa l’assist di Emanuelson, ma Brkic toglie la palla dal set. Al 76′ ancora Atalanta pericolosa, che sfiora il vantaggio, con la solita arma dei calci piazzati. Stendardo manda alta da un passo, dopo una sponda di un compagno sugli svolgimenti di un corner. Ci prova anche il Cagliari, con gli affondi di Avelaar, che mette in mezzo una buonissima palla che Cop spedisce sugli spalti.  La partita sembra destinata al pareggio, ma al 93’ Mauricio Pinilla compie un gesto atletico da incorniciare, cross di Zappacosta, e il cileno segna in semirovesciata.

 

IL MIGLIORE: Pinilla 7: non poteva che non essere lui, risolve una brutta partita con un gol da fuoriclasse punendo la sua ex squadra.

 

IL TABELLINO

Atalanta (4-4-2): Sportiello 6, Bellini 6, Stendardo 6 , Biava 6, Del Grosso 6 (57’ Emanuelson 6,5), Zappacosta 6, Cigarini 5,5, Carmona 6, Moralez 6 (65’ Gomez S.V), Pinilla 7, Denis 6 (82’ Boakye S,V). All. Colantuono

Cagliari (4-3-3): Brkic 6,5, Gonzalez 6, Benedetti 6(69’ Ceppitelli 6), Capuano 5,5, Avelar 6, Donsah 6,5 , Crisetig 5,5, Dessena 6,5, João Pedro 5 (65’ Farias 5,5), Longo 5,5, Sau  5,5 (71’ Cop S.V). All. Zola

Arbitro: Daniele Orsato

Gol: 18’ Biava (A), 45’ Dessena (C), 94′ Pinilla (A)

Note: ammoniti Gonzalez (C), Cigarini (A), Pinilla (A), Longo (C)

SHARE