SHARE

greg defrel

Il Cesena supera la Lazio in una partita dominanta per larghi tratti. Eroe di giornata è Gregoire Defrel, vero e proprio mattatore di giornata; ora la salvezza non è più una utopia. Brutta battuta d’arresto per la Lazio, troppo brutta per essere vera.

NEL PRIMO TEMPO MEGLIO IL CESENA Cesena-Lazio vede i biancocelesti più intraprendenti nei primissimi minuti di gioco, nonostante la formazione rimaneggiatissima a causa dei tanti infortuni. I romagnoli però non si scompongono dinnanzi al forcing iniziale degli ospiti e anzi, già a partire dal 10′, si riversano nella metà campo biancoceleste. Il minor tasso tecnico dei padroni di casa, del resto, è spesso messo in secondo piano dalla grinta e dall’ardore agonistico degli undici in maglia bianca; la Lazio, di contro, col passare dei minuti ha così sempre maggiori difficoltà nella circolazione del pallone, causa anche la giornata non proprio brillantissima di Ledesma. La prima azione da goal è creata dal Cesena grazie all’azione personale del sempre pericoloso Defrel; il francese è bravo a seminare Cana e, entrato in area, a servire Giorgi la cui conclusione a botta sicura viene però ribattuta dal corpo di Mauricio. Prima di vedere il primo tiro in porta dei biancocelesti bisogna invece aspettare il 21′ quando l’ex Candreva, da poco fuori area, scocca un destro troppo centrale per causare alcun grattacapo a Leali. Dopo una sassata dai 30 metri di Parolo, anche lui ex Cesena, disinnescata in due tempi da Leali, e un’altra occasione per i padroni di casa con Djuric che, da pochi passi, non riesce in stirata a trovare l’impatto con il pallone per crossato da Brienza, l’arbitro Peruzzo manda tutti negli spogliatoi.

SHOW DEFREL La seconda frazione di gioco riprende da dove si era interrotta la prima, con il Cesena che fa dell’intensità la propria arma migliore a fronte di una Lazio poco lucida e decisamente involuta rispetto alle ultime uscite. Defrel già al 47′ mette paura ai biancocelesti ma, lanciato a rete, viene fermato da una provvidenziale uscita di Marchetti. La Lazio è tutto nella risposta di Klose al 53′ con il tedesco, sempre troppo solo a centro area, ben chiuso in corner da Capelli. Così, con il passare del tempo, il Cesena prende sempre più coraggio e, tra il 59′ ed il 61′, prima spaventa Marchetti con una punizione di Brienza ribattuta dal palo poi trova il vantaggio con una magia di Defrel. Il francese, all’ora di gioco, riceve da Brienza cinque metri fuori area, fa due passi, e scaglia una parabola di mancino che conclude la sua corsa sotto l’incrocio dei pali, con Marchetti che non può far altro che ammirare il gesto tecnico per l’1-0 cesenate.
La Lazio, subita la rete, non riesce a scuotersi e anzi è il Cesena che legittima il vantaggio continuando a spingere sull’acceleratore e diventando sovrana del centrocampo. Al 75′ ancora Defrel ci prova da lontano ma, questa volta, Marchetti è bravissimo a negare il raddoppio al francese volando sulla sua destra. Poi, al 78’, il numero 92 del Cesena mette in scena un vero e proprio show: supera prima Mauricio, male nel suo esordio da titolare in Serie A, poi Basta e sull’uscita di Marchetti appoggia a centro area dove Cataldi, sfortunatamente, devia il pallone oltre la propria linea di porta per il 2-0 Cesena.
All’86’ Klose dimezza lo svantaggio tra le proteste del Cesena per un fallo di Perea ad inizio azione; pregevole la conclusione del bomber tedesco che, da fuori area, scossa un bel destro al volo che si insacca all’angolino alla sinistra di Leali

TABELLINI, PAGELLE E VIDEO DEI GOAL

Cesena (4-3-1-2) Leali 6, Perico 6, Capelli 6.5, Kajnc 6, Renzetti 6; Giorgi 6.5 (82’ Cazzola s.v.), De Feudis 6.5, Pulzetti 6.5 (86’ Cascione s.v.); Brienza 7; Defrel 7.5, Djuric 6 (70′ Rodriguez 6.5).

Lazio ( 4-3-3) Marchetti 6, Basta 5, Cana 4.5, Mauricio 4.5, Pereirinha 5 (65′ Cavanda 5); Cataldi 4.5, Ledesma 5 (59′ Keita 5), Parolo 5; Candreva 5, Mauri 5 (82’ Perea 6), Klose 6.

Ammoniti: Parolo (L), Mauricio (L), Marchetti (L), Capelli (C)

Reti: 61′ Defrel (C); 78’ aut. Cataldi (C); 86’ Klose (L)

IL MIGLIORE IN CAMPO- Defrel, voto 7.5– Oltre al goal e mezzo segnati oggi il francesino del Cesena dimostra di essere un giocatore estremamente interessante. Velocissimo, caparbio, dotato di un ottimo mancino, può sicuramente essere l’ancora a cui si aggrapperanno le speranze di salvezza del Cesena.

La rete di Gregoire Defrel per l’1-0 Cesena

https://vine.co/v/OtPZX3WJgDJ

Autogoal di Cataldi e 2-0 Cesena

https://vine.co/v/OtPhxQveXlP

SHARE