SHARE

milan

Una doppietta di Jeremy Menez e un gol di Zaccardo salvano la panchina di Pippo Inzaghi e consentono ai rossoneri di tornare alla vittoria battendo il Parma a San Siro per 3-1. Anche stasera il Milan ha faticato molto e ha rischiato diverse volte di capitolare ma alla fine è riuscito a rimontare il momentaneo pareggio dell’ex Nocerino.

CI PENSA MENEZ– Il Milan sa di giocarsi tanto e la paura lo blocca nei primi minuti, in cui si limita ad attendere il Parma e provare a pungere in contropiede. Al 16’ però un episodio viene in soccorso dei rossoneri. Sugli sviluppi di un calcio piazzato Zaccardo cerca di fare da torre, il pallone carambola sul braccio largo di Rodriguez e Doveri indica il dischetto: Menez fa il suo dovere e spiazza Mirante per l’1-0. A questo punto gli uomini di Inzaghi trovano un po’ di fiducia e al 21’ si fanno vedere di nuovo dalle parti della porta gialloblù, sempre su calcio piazzato, con un colpo di testa di Rami che pesca Zaccardo. Il campione del mondo è bravo a mettere in porta di sinistro al volo il gol dell’ex ma è in palese fuorigioco e la rete viene giustamente annullata. Proprio quando sembra che le cose si stiano mettendo bene, il Parma trova il pari.

IL GOL DELL’EX– Se il gol dell’ex di Zaccardo non vale, quello di Nocerino al 25’ è pesantissimo. La retroguardia di Allegri sonnecchia su una punizione di Galloppa, la palla diventa buona per il “Cebolla” Rodriguez ma il suo tentativo viene deviato, Nocerino brucia Rami sulla reattività e gira in porta il pareggio. Le punizioni sembrano essere l’unica arma dei rossoneri, incapaci di creare gioco. Così al 31’ Alex fa partire un bolide dai venti metri che butta giù il palo, sulla ribattuta Rami prova il tap in ma non centra la porta. Quattro minuti dopo gli adirati tifosi del Milan si accorgono della presenza in campo di Mattia Destro che, su un lancio di Van Ginkel, anticipa un avventuroso Mirante di testa, ma la palla termina appena alta. Al 39’, però, il Parma mette i brividi a San Siro. Diego Lopez è prodigioso nel respingere un tiro di Varela, la palla è preda di Rami che decide di addormentarsi nel momento meno opportuno, Nocerino allora cerca la doppietta ma l’ex portiere del Real chiude di nuovo la porta e manda i suoi al riposo sull’1-1.

SEMPRE MENEZ– Nella ripresa il Milan continua a stentare, ma trova il vantaggio al 57’ grazie a un gran guizzo di Cerci che sgroppa in contropiede e serve il solito Menez. L’ex Psg con un tocco da biliardo pesca l’angolino e stringe qualche bullone sulla panchina di Inzaghi. Al 74’ il francese prova a ricambiare il favore a Cerci ma il tiro dell’ex Toro viene deviato bene da Mirante. E’ il preludio al 3-1 che arriva due minuti dopo. Menez pesca alla grande Zaccardo in area di rigore che, di piatto, batte Mirante. Nel finale il Parma prova a reagire ma è troppo tardi. Il Milan torna a muovere la sua classifica, il Parma è sempre più ultimo.

LE PAGELLE:

MILAN: Diego Lopez 6.5; Zaccardo 6.5, Alex 6, Rami 5, Bocchetti 6; Honda 5.5, Poli 5.5, Van Ginkel 5 (46’ Essien 5.5), Cerci 7; Menez 7.5 (81’ Pazzini S.V.), Destro 5 (73’ Muntari S.V.). All. Inzaghi 6.

PARMA: Mirante 5.5; Costa 6, Santacroce 6 (60’ Rispoli 5.5), Lucarelli 6, Gobbi 5.5; Galloppa 6, Mariga 5.5 (J. Mauri 5.5), Nocerino 6.5; Varela 6 (77’ Haraslin S.V.), Palladino 5.5, C.Rodriguez 6. All. Donadoni 5.5.

SHARE