SHARE

Dybala gol-3

Il Palermo non si ferma più e batte anche il Verona con un rete di Belotti, entrato da pochi minuti. Domenica prossima, a San Siro, la sfida all’Inter in crisi. Dove può arrivare la squadra di Iachini? Per il Verona ancora una delusione in trasferta, dove proprio non riesce a esprimersi al meglio: la strada verso la tranquillità è ancora lunga.

Al Barbera si affrontano due squadre in salute: Palermo tra le più in forma del campionato (10 risultati utili nelle ultime 11), Verona che dopo la vittoria casalinga con l’Atalanta ha scacciato le paure, allontanandosi dalla zona pericolosa. Iachini deve rinunciare a Rigoni, influenzato, e lancia subito dal 1′ il nuovo acquisto Jajalo; davanti le speranze rosanero sono come sempre affidate al duo meraviglia VazquezDybala. Nel Verona, Saviola si riaccomoda in panchina, nonostante il gol decisivo di domenica scorsa. Al suo posto Mandorlini sceglie Nico Lopez.

PRIMO TEMPO Il Palermo fa la partita, ma è il Verona a portarsi in vantaggio già all’8′ con Tachtsidis, abilissimo a staccare più in alto di tutti su un corner di Greco. I padroni di casa sembrano accusare il colpo e si espongono alle veloci ripartenze dei gialloblù, ma al 17′ ci pensa il solito Dybala a riequilibrare il punteggio con l’ennesima magia della sua stagione (undicesimo centro in campionato). Stupenda la punizione con cui batte Benussi, facendo esplodere il Barbera e tutta la panchina. A questo punto la partita cambia, con i padroni di casa che riprendono coraggio e giocano stabilmente nella metà campo avversaria, senza però riuscire a produrre azioni degne di nota. Il Verona si difende con ordine, affidandosi a Toni per imbastire le proprie azioni d’attacco; al 35′ è proprio il fischiatissimo ex a fare da sponda per Nico Lopez, il cui tiro viene respinto da Sorrentino in uscita bassa. Al tramonto della prima frazione, un’insistita azione condotta da Dybala e Barreto, porta Vazquez a colpire da ottima posizione, ma il sinistro è di poco alto sulla traversa. L’ultima emozione di un primo equilibrato e non certo esaltante, che si chiude in parità.

SECONDO TEMPO Sempre di marca rosanero, che esercitano una discreta pressione ma non riescono a trovare la giocata per innescare Dybala. Anche perchè il Verona non aumenta mai il ritmo, dimostrando di non disdegnare anche il pareggio, e si schiera compatto a difesa della propria area di rigore. La giornata non esaltante di Vazquez e dello stesso Dybala, induce Iachini a giocare la carta Belotti, con “el mudo” ad agire tra le linee; è proprio Vazquez a inventarsi un cross sul quale irrompe Belotti che beffa Marquez e fa 2-1. Il Verona tenta disperatamente di gettarsi in avanti alla ricerca del gol del pareggio, ma trova davanti a sé un grande Sorrentino che chiude la porta in faccia a Toni e blinda il successo che catapulta il Palermo a ridosso della zona Europa.

TABELLINO

PALERMOVERONA 2-1

PALERMO (3-5-2): Sorrentino 6,5, Vitiello 6, G.Gonzalez 6, Andelkovic 6, Morganella 6, Barreto 6, Jajalo 6 (70′ Belotti 7), Bolzoni 6, Lazaar 6,5 (86’ Daprelà), Vazquez 7 (80′ Chocev s.v.), Dybala 6,5. All. Iachini

VERONA (3-5-2): Benussi 6, R.Marques 6,5, R. Marquez 5,5, Moras 6,5, Sala s.v. (5′ Christodoulopoulos 6), Greco 5,5, Tachtsidis 6,5, Martic 6 (81’ Saviola), Brivio 6, Toni 6,5, N.Lopez 6 (70′ Fernandinho 6). All. Mandorlini

AMMONITI R.Marques (V), Andelkovic (P), Saviola (V)

https://vine.co/v/OtUTTeIKMa1

 

 

SHARE