SHARE

allegri

Vidal sì, Lichtsteiner no, Caceres forse. Questa l’estrema sintesi dell’antivigilia della sfida al Milan di sabato sera allo Stadium in casa Juventus. Massimiliano Allegri è, infatti, alle prese con qualche problema di formazione in vista della sfida contro il suo passato.

CON CACERES– Tutto dipende da Martin Caceres. L’uruguayano ha riportato un affaticamento muscolare nella seduta di ieri e oggi si è allenato a parte. La speranza è quella di recuperarlo per il Milan ma a quarantotto ore dal match l’ottimismo non è troppo. Se l’ex Siviglia dovesse farcela sarà lui a sostituire Lichtsteiner a destra nella difesa a quattro di Allegri, con Bonucci e Chiellini in mezzo ed Evra a sinistra. In mediana Arturo Vidal ha recuperato e partirà dal 1’ in posizione di trequartista. A completare il reparto ci saranno il rientrante Marchisio e Paul Pogba a guardare le spalle a Pirlo. In attacco accanto a Tevez, Llorente pare favorito su Morata.

SENZA CACERES– In  caso di assenza di Caceres, invece, scatterebbe il piano B. O Allegri confermerà il 4-3-1-2 adattando Padoin in posizione di terzino destro, oppure, come già avvenuto a Udine, si tornerà al 3-5-2. In quel caso sarà uno tra Ogbonna e Barzagli (favorito il primo) a scendere in campo nella difesa a tre. A centrocampo Vidal resterebbe fuori e Pereyra agirebbe in fascia a destra. Al momento, questa ipotesi pare la meno probabile visto che Allegri non vorrebbe rinunciare a uno dei quattro big del suo centrocampo.

SHARE