SHARE

salah-fiorentina

Non finiscono le presentazioni in casa Fiorentina, dopo Aleandro Rosi oggi è toccato a Mohamed Salah parlare ai giornalisti riuniti nella sala stampa Manuela Righini del Franchi, l’esterno arrivato dal Chelsea in prestito semestrale con diritto di riscatto.

PRESENTAZIONE SALAH Ecco le parole di Salah alla presentazione ufficiale Ho scelto l’Italia perchè il campionato è di alto livello. Gran parte dei giocatori che scelgono altri campionati è perché vogliono allargare i propri orizzonti. Qual’è il mio ruolo in campo? Nel Basilea ho giocato come ala destra e sinistra nel 4-3-3. Ma posso giocare anche come attaccante” Tornando alla Serie A “Ci sono giocatori che per me sono stati un modello. Tra questi Baggio, Batistuta, Del Piero e Totti”.

Una battuta sul numero sceltoIl numero 74? Ho voluto commemorare le vittime di Port Said. Per il resto non mi interessa la politica, sono un giocatore di calcioInevitabile allora qualche domanda sui comportamenti del passatoDichiarazioni antisioniste? Non ho mai detto niente del genere. Non voglio dire altro perché alcune mie parole potrebbero essere interpretate in malo modo. Può darsi che la stampa abbia sbagliato. Hassan è un modello per i giocatori egiziani ed arabi in generale. E’ un modello anche come persona. Mourinho? Ho parlato con lui, gli ho detto che volevo cambiare squadra. Mido ex calciatore della Roma? E’ un nostro mito. Spero di arrivare ai suoi livelli”.

Sulla scelta di Firenze e gli spunti tecnici “Spero di restare qui a lungo. Non ho intenzione di tornare al Chelsea. Voglio migliorare con la maglia della Fiorentina. Ci sono molti aspetti su cui devo migliorare, sono molto giovane. Devo migliorare il mio gioco con la squadra, la prossima settimana inizierò un corso di italiano, a Londra parlavo inglese” Nel cuore dei tifosi dovrà sostituire Cuadrado “L’eredità di Cuadrado? E’ un grande giocatore, lo stimo, spero di essere amato anch’io dai tifosi. Mi sento già bene a Firenze. Prima di venire qui, ho parlato con Hegazi. Mi ha tranquillizzato sull’ambiente e la squadra”.

Infine sulle noie burocratiche che potrebbero fargli saltare la sfida contro l’Atalanta Salah ha spiegato “Dei documenti se ne occupa il club. Sono contento di esser stato inserito in lista UEFA, ma allo stesso tempo mi dispiace per giocatori rimasti esclusi. Se sono pronto per domenica? Sono qui per giocare, il mio intento è quello, spero di essere pronto per domenica.

Stefano Mastini

SHARE