SHARE

pogba

Paul Pogba, sarà certamente il tormentone della prossima campagna di trasferimenti estiva, con i maggiori club europei, tra i quali, Real Madrid, Barcellona e PSG, pronti a fare follie pur di accaparrarsi le sue prestazioni. Il numero 6 bianconero, sta infatti disputando una stagione superlativa, facendo aumentare il prezzo del suo cartellino giornata dopo giornata, tanto da raggiungere una quotazione virtuale, secondo la dirigenza torinese, di quasi 100 milioni di euro, cifra folle e per questo, eventualmente, equa per il suo trasferimento. In merito alla questione, ha espresso il suo parere uno degli allenatori più esperti e vincenti del panorama calcistico italiano: Giovanni Trapattoni.

GIUSTO VENDERE – Ecco il parere del tecnico italiano ai microfoni di ‘Tuttosport’: “L’Avvocato diceva: se qualche club vuole fare delle follie per certi giocatori, è meglio lasciarli andare via. L’Avvocato le follie le avrebbe fatte solo per Platini, per gli altri, no. Perché è primaria la conduzione equilibrata della società, sia a livello di bilancio che di spogliatoio. Erano le sue parole. Pogba è un ottimo giocatore, ma non è neanche Messi, se no sarebbe un sacrilegio cederlo. Ma a 100 milioni o giù di lì è meglio venderlo. Anche perché si può fare ugualmente un salto di qualità, se poi prendi 3 giocatori di medio-alto livello europeo, con l’età giusta. Vendere Pogba a 100 e poi cercarne un altro significa rischiare di spendere tutto il tesoro per uno meno forte. Meglio diversificare. E’ successo altre volte alla Juve. Se scegli bene, non è un problema. Anche perché i sostituti si inserirebbero in una struttura solida e vincente”.

SHARE