SHARE

sculli

Lazio-Genoa di stasera è stata l’occasione per parlare di Giuseppe Sculli, attualmente tesserato per i biancolesti ma che con la compagine rossoblu ha vissuto a più riprese i momenti migliori della propria carriera. L’attaccante calabrese, come diverse testate hanno sottolineato negli ultimi giorni, vive una vera e propria condizione di privilegiato dato lo stipendio da un milione di euro a stagione percepito nonostante con la squadra della Capitale non scenda in campo addirittura dal gennaio 2012.

LONTANO DALLA LAZIO – Il giocatore scuola Juve vive stabilmente a Milano e si allena con un preparatore atletico personale, nel mentre sia la scorsa estate che nella sessione di calciomercato invernale conclusasi da poco meno di dieci giorni non è riuscito a trovare una nuova sistemazione, nonostante l’interesse dei turchi dell’Istanbul BB. Sculli lascerà la Lazio definitivamente il prossimo 30 giugno quando il suo contratto scadrà; nelle ultime tre stagioni ha militato in prestito per due volte al Genoa (2012 e 2014) e nel mezzo al Pescara (2013).

MISTERO – Ciò che può risultare curioso comunque è lo status di Sculli con la società presieduta da Claudio Lotito: il 33enne giocatore infatti non è fuori rosa: se così fosse infatti sarebbe comunque tenuto a presenziare agli allenamenti a Formello con un tecnico messo a disposizione della Lazio, ma il giocatore manca dalle parti del quartier generale biancoceleste da circa 8 mesi stando agli ultimi aggiornamenti. E’ ancora più curioso il fatto che la Lazio avrebbe tutte le carte in regola per chiedere la risoluzione unilaterale del contratto ma per motivi tutti suoi finora non lo ha mai fatto.

SHARE