SHARE

parma-serie a

Se la neve blocca lo svolgimento del calcio giocato di casa Parma lo stesso non può essere detto per le vicende societarie, in continuo fermento alla luce dell’addio del gruppo albanese che aveva in mano la società ducale. Oggi è arrivata anche la comunicazione ufficiale del Parma FC riguardo il passaggio di proprietà da Kodra a Giampiero Manenti.

COMUNICATO PARMA Ecco il comunicato del Parma A seguito delle assemblee dei soci di Parma Fc ed Eventi Sportivi Spa tenutesi oggi presso il centro direzionale di Collecchio, Parma Fc comunica che il club è stato acquisito da Giampietro Manenti. Ermir Kodra ha rassegnato in data odierna le proprie dimissioni. La carica di Presidente da oggi viene ricoperta a tutti gli effetti e con pieni poteri da Giampietro Manenti. L’operatività aziendale sarà gestita da Fiorenzo Alborghetti coadiuvato da Pietro Leonardi. Sempre in data odierna sono state convocate ufficialmente le assemblee straordinarie dei soci di Eventi Sportivi Spa e Parma Fc nelle date di giovedì 19 febbraio (in prima convocazione) e di venerdì 20 febbraio (in seconda convocazione). In quella sede, come da statuto, verranno nominati i componenti dei nuovi CdA con il conferimento dei relativi poteri. Il Presidente Manenti ed i suoi collaboratori stanno cercando di accelerare il più possibile i tempi per adempiere alle imminenti scadenze e avviare il processo di risanamento del club. Mercoledì 11 febbraio alle ore 14.30 presso la sala stampa dello stadio Tardini ci sarà la presentazione ufficiale della nuova proprietà“.

Pietro Doca ha poi rincarato la dose di tristezza senza fine che sta avvolgendo il club gialloblu negli ultimi giorni rendendo noto l’importo per cui è stata venduta la società “Abbiamo venduto a un euro. Quanto abbiamo pagato noi. Il problema sono i debiti“. L’importo in sé fa discutere non tanto per l’ammontare, cifra irrisoria, quanto più per l’immagine che ne risulta all’esterno, priva cioè di chiarezza e di programmazione, il che non fa ben sperare sia i tifosi che l’ambiente.

Stefano Mastini

SHARE