SHARE

Roma vs Lazio

Serata amara per la Lazio, quella di ieri, quando nel posticipo della 22/a giornata, ha perso per 1-0 all’Olimpico contro il Genoa in virtù di un rigore siglato da Perotti, che ha provocato anche l’espulsione di Marchetti. Oltre al danno della sconfitta, oggi, è arrivata anche la beffa dal giudice sportivo, che ha squalificato la curva laziale per un turno, con la condizionale, per i ripetuti cori di stampo razzista all’indirizzo di Niang ed Edenilson.

IL COMUNICATO Ecco il comunicato del giudice sportivo Giampaolo Tosel, in merito alla questione: “Circa il 50% dei 7.700 sostenitori della squadra laziale, collocati nel settore denominato “Curva Nord”, indirizzavano ripetutamente (al 2°, 13°, 23°, 32°, 35°, 39°, 42° e 45°) ai calciatori nn. 11 e 21 della squadra avversaria grida e cori inequivocabilmente espressivi di discriminazione per motivi di razza. Per la Società bianco-celeste la precedente violazione di comportamenti discriminatori dei propri sostenitori […] delibera di sanzionare la Soc. Lazio con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva Nord” privo di spettatori. L’esecuzione di tale sanzione sia sospesa per un periodo di un anno con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella comminata per la nuova violazione”.

SHARE