SHARE

Cagliari Calcio v AS Roma - Serie A

Ha già stregato tutti a Cagliari facendo dimenticare in un lampo l’addio di Victor Ibarbo: è il giovane Paul-Jose M’Poku, giovane attaccante belga (23 anni ad aprile) prelevato dallo Standard Liegi e molto seguito negli scorsi mesi anche dal Napoli. Il giocatore vanta già 61 presenze nelle varie selezioni giovanili del Belgio con 19 gol all’attivo ed anche in Serie A è subito andato a segno all’esordio contro la Roma domenica scorsa, rete che non è servita però al Cagliari ad evitare la sconfitta pur non avendo giocato male.

STANDARD-SPURS E RITORNO – M’Poku cresce calcisticamente nel Cornesse, piccola compagine belga in cui entra fra i pulcini a 6 anni, restandovi dal 1998 al 2002. Dopo due anni all’Entente Rechaintoise l’esterno offensivo di origini congolesi passa nel settore giovanile dello Standard Liegi e nel 2009 impressiona gli osservatori del Tottenham che lo portano all’Academy degli Spurs, avendo spesso la possibilità di essere convocato in prima squadra. M’Poku però non giocherà mai a White Hart Lane salvo qualche sporadica apparizione in FA Cup e se ne va perciò in prestito al Leyton Orient per la stagione 2010/2011: il tutto doveva essere dapprima un parcheggio di un mese, come è d’uso nel calcio inglese, ma il passaggio a titolo gratuito venne prorogato fino al gennaio 2011 e poi per tutta la stagione.

COME LULU’ – Non c’era il Tottenham però nel futuro di M’Poku, infatti lo Standard Liegi se lo riprende nell’estate 2011 facendolo esordire in prima squadra e considerandolo un giocatore chiave: in biancorosso il giovane attaccante ha collezionato 96 caps e 22 gol prima della chiamata del Cagliari, dove sperano che possa rimarcare le orme di un illustre predecessore: Luis Airton Oliveira, brasiliano naturalizzato belga. I ruoli sono diversi, ma il richiamo è inevitabile visto che estro e talento sembrano non mancare. M’Poku a fine partita si è detto contento sul piano personale per questo suo buon esordio dalle nostre parti: “E’ un gol che mi dà fiducia, subito all’inizio della mia avventura italiana, peccato però che non sia stato sufficiente alla mia squadra per ottenere un risultato positivo. Purtroppo abbiamo avuto un paio di buone occasioni per fare l’1-1, non ci siamo riusciti. A volte succede nel calcio. Continuerò a lavorare per dare il mio contributo alla salvezza del Cagliari”.

M’POKU GOL in CAGLIARI-ROMA 1-2 (8 febbraio 2015)

SHARE