SHARE

ferrero mihajlovic

Massimo Ferrero e Sinisa Mihajlovic hanno rilasciato alcune dichiarazioni sulla bella stagione della Sampdoria a margine di una premiazione ricevuta dalla ONG “Amici dei Bambini” a Milano. Nonostante un periodo di frenata del club blucerchiato l’entusiasmo resta alto e l’estroso presidente del club di Corte Lambruschini ha parlato a ruota libera del proprio allenatore, di Eto’o, del derby e di molto altro.

VINCIAMO IL DERBY –Eto’o ci saprà dare lo slancio di cui abbiamo bisogno – ha detto Ferrero – siamo una squadra giovane e la sua esperienza sarà molto utile, un campione come lui in rosa era quello che ci serviva. Rilassamento? Ci sta, finora la Sampdoria ha giocato un campionato grandioso raggiungendo anche il terzo posto. Il Derby col Genoa? Lo vinceremo noi, è matematico, Preziosi si metta l’anima in pace”.

QUO VADIS? – Sulla campagna acquisti Ferrero dice: “Ho impegnato due o tre immobili di mia proprietà per portare in blucerchiato gente come Eto’o e Muriel, senno Mihajlovic se ne andava (ride, ndr). Quel che più conta è che i tifosi della Samp mi amano incodizionatamente così come Sinisa, che quando partirà mi rimpiangerà. Da parte mia ho già messo da parte i soldi per trattenerlo, altrimenti se dovesse decidere di andare ad allenare una big almeno risparmierò un bel pò”.

BLUCERCHIATI E FELICI – Ferrero ci tiene a ricorda chedi calcio non capisco niente: Mihajlovic all’inizio mi diceva di voler fare il 4-3-3, gli risposi che questi numeri me li andavo a giocare al Lotto. Mi adora perché sono genuino, spontaneo e dalla battuta sempre pronta. Il calcio comunque lo frequentavo anche prima di comprare la Sampdoria, perché Walter Sabatini mi dava un biglietto per vedere la Roma all’Olimpico. Io prima pensavo sempre e solo al cinema e tutti mi dicevano di stare alla larga dal calcio, ma quando ho visto che c’era la possibilità di prendere la Sampdoria di Mihajlovic non ho saputo resistere. Al nostro primo incontro gli dissi di pagare il conto a cena”. Importante apertura infine dallo stesso tecnico serbo: “Con Eto’o è tutto a posto, tutti i giocatori sono i benvenuti alla Sampdoria”.

SHARE