SHARE

Parma

L’incubo del Parma sembra non finire: nonostante l’arrivo della nuova proprietà, i tifosi si mostrano scettici e sul campo le cose vanno peggio che mai. Anche il Chievo, infatti, sbanca il Tardini con una bellissima punizione di Zukanovic. Sconfitta un po’ immeritata per gli uomini di Donadoni, autori di un primo tempo alquanto generoso (nonostante l’espulsione di Galloppa) e di un secondo tempo alla ricerca del pari. L’impegno però non è bastato ai ducali, che hanno sempre dato l’impressione di mancare in qualcosa per poter segnare. Il Chievo, inizialmente molto timido, si è man mano sciolto approfittando della superiorità numerica. Parma-Chievo è terminata 0-1 e Maran sorride a 32 denti: la sua squadra scavalca il Cagliari e torna in vantaggio di 2 punti sui sardi. Ducali che, invece, devono prima scongiurare il fallimento. Poi, eventualmente, si proverà a concentrarsi su una salvezza che, a prescindere, appare ormai assai poco probabile.

 

 

TABELLINO

FORMAZIONI
PARMA (4-3-3): Mirante; Cassani, Santacroce, Lucarelli, Feddal; Galloppa, Mariga, Nocerino; Varela, Palladino, Rodriguez. All. Donadoni

CHIEVO (4-4-2): Bizzarri; Frey, Gamberini, Dainelli, Zukanovic; Schelotto, Radovanovic, Izco, Hetemaj; Paloschi, Pellissier. All. Maran

AMMONITI: Feddal, Galloppa, Santacroce, Nocerino (P) – Paloschi, Frey, Radovanovic (C)

MARCATORI: 54′ Zukanovic (C)

ESPULSI: Galloppa (P)

ARBITRO: Rocchi

 

PAGELLE PARMA

Mirante 6 – Dalla sua parte si vede ben poco a livelli di tiri in porta, una rarità quest’anno. Viene freddato senza poter fare nulla da Zukanovic, mentre compie un miracolo su Botta che evita lo 0-2

Cassani 5,5 – Prestazione senza infamia e senza lode. Acuti particolari non se ne sono visti

dal 59′ Mauri 5,5 – Piuttosto evanescente, Donadoni lo inserisce per aumentare la qualità ma lui si perde nel caos generale

Santacroce 5,5 – Cerca sempre l’anticipo ma spesso Pellissier lo mette in difficoltà. Un vero peccato vederlo adesso pensando a cosa sarebbe potuto diventare

Lucarelli 6 – Guida il suo reparto con tutta l’esperienza che può mettere in campo, da veterano.

Feddal 6,5 – Regala nuova linfa vitale alla fascia sinistra del Parma. Specie nel primo tempo è molto pericoloso con le sue incursioni

Galloppa 5 – Lascia i suoi in 10 dopo aver raccolto due ammonizioni molto ingenue. Anche lui si è perso ormai per strada

Mariga 5,5 – Tantissima sostanza, mai bilanciata da qualità. E’ comunque propedeutico al tipo di partita impostata dal suo allenatore

dal 70′ Belfodil 5,5 – Il suo ritorno dalla Coppa D’Africa è un ottima notizia a livello numerico, chissà a livello tecnico

Nocerino 6 – Ha una buona occasione nella prima frazione di gioco. In generale dimostra di metterci l’anima, e di aver abbracciato la croce in maniera esemplare

Varela 6 – Insieme a Rodriguez è praticamente l’unico che può cercare di dare superiorità numerica. Non sempre ci riesce, ma almeno ci prova

Palladino 5,5 – Difficile reggere un attacco da prima punta quando spesso in carriera si è fatto altro

Rodriguez 6 – Dainelli gli nega il possibile gol del vantaggio ad inizio ripresa. Mette in campo fantasia ed esperienza, ma neanche questo basta al Parma

 

PAGELLE CHIEVO

Bizzarri 6 – La presenza degli attaccanti avversari è costante nella sua area, anche se poi sono pochissime le occasioni concrete

Frey 6 – Solita partita ordinata per il fratello d’arte, ormai un pilastro di questo Chievo

Gamberini 6 – Non spicca come il compagno di reparto ma fa il suo senza problemi

Dainelli 7 – Divora in un sol boccone Palladino, non facendogli mai vedere la palla. Salva un gol già fatto sulla linea, rendendosi protagonista del match. IL MIGLIORE

Zukanovic 6,5 – La punizione perfetta del terzino bosniaco regala una vittoria fondamentale alla squadra

Schelotto 6 – Dopo il breve stint come terzino, torna in posizione più avanzata. Sbaglia un gol clamoroso nel primo tempo e pecca sempre un po’ in precisione. Mai, però, in corsa

Radovanovic 6 – A differenza di Mariga, l’ex Novara ha negli anni imparato ad equilibrare il bastone e la carota. Guadagna la punizione del vantaggio dopo aver rubato un pallone vitale a centrocampo

dall’87’ Birsa s.v. – Troppo poco minutaggio per prendere voto ma sbaglia due gol clamorosi per il ko

Izco 6 – Non avrà forse lo stesso impatto di Catania, ma si è riscoperto molto utile per i clivensi nell’ultimo periodo

Hetemaj 6,5 – Procura l’espulsione di Galloppa ed è sempre nel vivo dell’azione. Ormai un uomo simbolo

Paloschi 5 – Si è preso una giornata di pausa. Non si è visto l’impegno che solitamente è presente

dal 46′ Botta 6 – E’ una spina nel fianco costante per il Parma. A volte ritarda troppo le giocate, ma le qualità ci sono e si vedono

Pellissier 6 – Nel primo tempo la vede poco, nel secondo si aprono gli spazi e arrivano le occasioni. Purtroppo per lui, non sfruttate

72′ Meggiorini 6 – Rischia di chiudere il match ma è il palo a dirgli di no e ad inasprire il sempre difficile rapporto col gol dell’ex Torino

 

La splendida esecuzione di Zukanovic:

https://www.youtube.com/watch?v=iWtGp9D6aAo

SHARE