SHARE

piscitella

Il giovane Giammario Piscitella è risultato positivo ad un controllo antidoping, secondo quando riferito ieri dal CONI. L’attaccante classe 1993, in prestito alla Pistoiese dalla Roma, viene però difeso a spada tratta dal suo procuratore Giovanni Ferrero, convinto che si tratti solo di uno sfortunato malinteso.

L’agente di Piscitella ha dichiarato: “Giammario era raffreddato e ha dovuto ricorrere all’utilizzo di uno spray nasale contenente tuaminoeptano, una sostanza considerata dopante venuta fuori dall’esame delle urine. E’ stata solo sfortuna e Piscitella dimostrerà la sua totale estraneità a qualsiasi illecito, sono equivoci già avvenuti in passato anche in Serie A”.

SHARE