SHARE

tavecchio-lotito

Se me porti su il Carpi… Una può salì… Se mi porti squadre che non valgono un c… Non fra due o tre anni non c’abbiamo più una lira (…) Fra tre anni se c’abbiamo Latina, Frosinone, chi c… li compra i diritti? Non sanno manco che esiste, Frosinone. Il Carpi… E questi non se lo pongono il problema!”.

Questo il passaggio dell’ormai celebre intercettazione di Lotito che ha fatto infuriare i club chiamati in causa dal Presidente di Lazio e Salernitana. Carpi e Frosinone hanno deciso di reagire istantaneamente, commentando in maniera dura queste dichiarazioni che attaccano l’onorabilità delle due società. Il Carpi ha diramato un lungo comunicato, atto a difendere l’onestà e l’impegno con cui gli emiliani si stanno meritando la testa della classifica del campionato cadetto, rispedendo al mittente le accuse di poca visibilità : “Noi ESISTIAMO e MERITIAMO RISPETTO“. Le parole di Lotito sono state definite inquietanti, inaccettabili e non tollerabili per un uomo nella sua posizione, confermando il risentimento del club per essere stato così moralmente maltrattato dal numero uno della Lazio.

Stesso discorso quello del Frosinone, che ha parlato attraverso il suo presidente Stirpe intervistato in esclusiva da tuttomercatoweb.  “Ho già dato mandato ai miei legali per ravvedere se ci sono gli estremi per adire a vie legali per tutelare il nome e l’onorabilità di questa società e per capire se queste parole hanno causato un danno al Frosinone. Nei prossimi giorni capiremo cosa si potrà fare. Al momento il sistema si basa sulla sopraffazione e questo non può andare avanti”.

SHARE