SHARE

rudi-garcia1

Guai a dire che la crisi è finita. A Trigoria si respira quest’aria. Il morale è certamente migliore di una settimana fa, ma lo sguardo è di quei piloti di Formula 1 che dopo un incidente guidano con molta più prudenza e accortezza. Domani all’Olimpico Roma-Parma (ore 15). Di ritorni importanti (e primi arrivi) è stato condito questo fine settimana. Gervinho e Doumbia sono giunti a Roma dopo il trionfo della Costa d’Avorio in Coppa d’Africa, De Rossi è a disposizione dopo lo stop di due settimane, Florenzi ha scontato la giornata di squalifica. La lista degli assenti però ha aggiunto dei nuovi ospiti illustri. Totti, come ha detto oggi Rudi Garcia in conferenza stampa, ha qualche problema fisico e non sarà convocato. Stesso discorso vale per il brasiliano Maicon, mentre il greco Holebas è squalificato. E quindi i problemi di rosa rimangono.

C’è anche una domanda da sciogliere: gli africani partiranno da titolari? Garcia si è dimostrato realista. Doumbia ha fatto solo un allenamento pieno con la sua nuova squadra, per questo è più probabile che si accomodi in panchina. Per Gervinho invece le possibilità sono maggiori. Ljajic, Florenzi e Verde sono gli attaccanti più quotati. Dall’altra parte c’è un Parma che sta vivendo un momento di profonda conclusione e incertezza, tecnica e societaria. Ma se le leggi imprevedibili del calcio ci hanno insegnato qualcosa, è proprio dalle squadre allo sbando di cui bisogna diffidare. Il tecnico gialloblu Donadoni preparerà la partita come può, ma la Roma non può fermarsi. Domani i 3 punti sono d’obbligo, soprattutto se il Napoli dovesse battere stasera il Palermo e fiatare a -1 dietro il collo dei giallorossi.

La probabile formazione giallorossa: De Sanctis; Cole, Manolas, Astori, Torosidis; De Rossi, Keita, Nainggolan; Florenzi, Ljajic, Gervinho

SHARE