SHARE

guarin shaqiri

A fine gara, interpellato in mixed zone anche dai connazionali di Radio Cooperativa, Fredy Guarin, autore di una doppietta nella vittoria dell’Inter in casa dell’Atalanta, ha dichiarato: “Prima che arrivasse mister Mancini non ho avuto la continuità giusta per poter dimostrare qualcosa, ho giocato molto poco, poi è ovvio che la squadra non stesse molto bene, penso che questo abbia influito. Con il nuovo tecnico ho avuto più fiducia, non solo io, ma tutta la squadra. La mia esultanza? Non lo faccio per incitare i tifosi avversari, mi è uscita così, anzi mi scuso se l’hanno presa male perché non l’ho fatta per qualche motivo particolare”.

Più volte è stato accostato alle voci di mercato, ma Guarin vuole riprendersi un ruolo da protagonista in Italia:Sono qui per le decisioni che ho preso, sempre pensando all’Inter, di questo mi sento molto tranquillo. Io sento il calcio in un certo modo, però non ho niente contro i ragazzi della curva, noi abbiamo solo una strada, che è quella di stare insieme ed aiutare la squadra”.

Guarin parla anche della prestazione della squadra e del connazionale Medel: “Nella ripresa la squadra è rientrata meglio, io sto bene e sono riuscito a fare gol. Medel? Grazie a lui la squadra è migliorata difensivamente, è un piacere giocare con lui, recupera tanti palloni e aiuta molto i compagni”.

Infine Guarin non può fare a meno di parlare di Nazionale e in particolare della prossima Copa America: “Passiamo prima la prima fase, la Colombia è una bella squadra ma andiamo passo dopo passo”

SHARE