SHARE
Filippo Inzaghi, Venezia - Serie B
Filippo Inzaghi, Venezia - Serie B

inzaghi-berlusconi-milan

Filippo Inzaghi si presenta nel post-partita di Milan-Empoli quasi rassegnato:

“Capisco i tifosi, arriviamo da un momento difficile. Sono come me, vogliono sempre di più. Ma in questo momento dobbiamo rimboccarci le maniche e trasformare i fischi in applausi. Abbiamo iniziato un ciclo, ora ci vuole un po’ di tempo. Sapevamo sarebbe stata una partita complicata. Sono veramente bravi. Non potevamo pensare di dominare la gara. Loro non sono una matricola, ma una grande squadra. Avevamo fatto bene, eravamo andati in vantaggio. C’è rammarico per il gol subito, non si può prendere una rete così”.

Inzaghi poi continua ad analizzare il match ponendo l’accento sull’Empoli: “Hanno giocato alla pari con Roma e Juventus. Noi dobbiamo crescere, purtroppo non riusciamo a trovare la quadratura del cerchio per via dei tanti infortuni. Dobbiamo stringerci tutti attorno a questo gruppo, fare quadrato delle cose che non vanno, bisogna lavorare soprattutto sulla testa. Non è facile giocare a San Siro, dobbiamo tornare a vincere al più presto. Alla fine, in nove, ci teniamo questo punto. Ma sul gol loro non dobbiamo commettere certi errori, brucia prendere una rete così. Nel calcio ci sono dei cicli, questo è un ciclo difficile, purtroppo per risolverlo ci vuole tempo e la rosa al completo che non ho mai avuto: difficile così trovare continuità”.

Infine Inzaghi dice la sua su Destro: “E’ stato molto bravo sul gol, abbiamo fatto delle buone combinazioni. Nel secondo tempo in 3-4 ripartenze potevamo fare meglio”.

SHARE