SHARE

felipe

L’Inter sta pensando di puntellare il proprio reparto difensivo con lo svincolato Felipe, liberatosi ad inizio febbraio dal Parma. Il club nerazzurro avrebbe già proposto al brasiliano un provino di dieci giorni al termine del quale valutare se metterlo sotto contratto fino al prossimo 30 giugno.

UOMO IN PIU’ – L’innesto di Felipe per la squadra di Mancini risulterebbe prezioso principalmente in termini quantitativi per far fronte a diversi infortuni che hanno colpito la retroguardia, con la stagione di Jonathan praticamente finita (il brasiliano è stato operato al ginocchio pochi giorni fa e starà fermo per almeno 3 mesi), poi gli infortuni che hanno colpito Andreolli, Nagatomo e D’Ambrosio ed i problemi che hanno riguardato i vari Dodò, Vidic e Campagnaro. In più anche Ranocchia non è in condizioni perfette.

SE SI FARA’… – Felipe dovrebbe cominciare ad allenarsi ad Appiano Gentile nel giro di qualche giorno ed a fine mese si valuterà se procedere con l’accordo o meno. Dopo aver giocato fino a 13 anni a calcio a 5, come molti suoi connazionali, decide di dedicarsi al calcio a 11 e a 15 anni Manuel Gerolin, coordinatore degli osservatori friulani, lo porta ad Udine per dargli una chance nelle giovanili dell’Udinese e valutare la sua crescita. Il 6 aprile 2003 fa il suo esordio in Serie A in Chievo Verona-Udinese (3-0) ed in questa prima stagione gioca altre 3 partite. Nel campionato successivo totalizza 16 presenze, diventando titolare nel 2004-2005, giocando 31 partite, riconfermandosi nel campionato 2005-2006 con 35 presenze complessive e l’esordio in Champions League, durante la quale segna una rete al Barcellona. All’inizio della stagione 2006-2007 viene sottoposto ad un intervento di ernia inguinale che gli impedisce di scendere in campo per diversi mesi e le presenze si riducono notevolmente. Nel 2007-2008, sempre in maglia bianconera, scende in campo 22 volte in quanto una distorsione alla caviglia sinistra, con interessamento dei legamenti, lo blocca nel finale di campionato.

Il 28 dicembre 2009 il giocatore inizia, con il permesso dell’Udinese, gli allenamenti con la Fiorentina per la conclusione della trattativa che lo porta alla squadra gigliata in prestito oneroso di 3 milioni con diritto di riscatto prefissato a 6 milioni. Il passaggio viene ufficializzato il 2 gennaio 2010. Fa il suo esordio in maglia viola il 6 gennaio nella vittoriosa trasferta in casa del Siena per 1-5. Con la Fiorentina esordisce anche in Champions League, nella sconfitta a Monaco contro il Bayern per 2 a 1. Il 31 gennaio 2011 viene ceduto in prestito per 6 mesi al Cesena, dove per l’occasione cambia il suo cognome da Dalbelo a Dal Bello. Alla scadenza del prestito, a luglio 2011 il giocatore fa ritorno a Firenze. Fa il suo esordio stagionale il 7 aprile 2012 in occasione della vittoriosa trasferta per 2-1 contro il Milan. Il 21 agosto 2012 viene nuovamente ceduto in prestito, questa volta al Siena, mentre nell’estate del 2013 passa a titolo definitivo, a costo zero, al Parma.

SHARE