SHARE

parma-serie a

La crisi del Parma si arricchisce sempre più di nuovi particolari, oggi è infatti il giorno della “scadenza”, entro la mezzanotte di stamani dovranno essere pagati gli stipendi ai tesserati, la cifra da versare si attesterebbe intorno ai 20 mln di euro. Il nuovo presidente dei gialloblu, Giampietro Manenti, ha rilasciato alcune dichiarazioni all’emittente radiofonica RadioParma tese a rassicurare l’ambiente dei ducali Abbiamo ottemperato e stiamo aspettando l’ok definitivo sulla vicendaHa continuato poi lo stesso ManentiSiamo tranquilli? Tranquilli non lo si è mai, saremo tranquilli solo quando sarà tutto fatto, ma in linea di massima tutte le intese ci sono. Speriamo di avere oggi tutte le certezze. Contiamo di fare un comunicato nel quale diremo che stiamo adempiendo agli impegni presi. Stiamo facendo un giro di tutti i fornitori, ed è un processo lungo. L’ora limite per pagare i tesserati è la mezzanotte, ma vogliamo pagare non solo loro, ma anche tutti i dipendenti in parti eque, perché non facciamo distinzioni”.

Controtendenza il presidente dell’AIC Damiano Tommasi che è tornato ad apostrofare questa vicenda e molte altre degli ultimi giorni con toni duri “Si deve andare avanti con la ricerca della soluzione di un problema che purtroppo mi sembra ancora in divenire. Diamo fiducia ai proprietari, speriamo che si risolva, anche se da quello che si sente non è facile”.

La vicenda Parma farà comunque discutere di qui fino alla fine della stagione in corso, a giugno saranno prese delle decisioni più nitide a riguardo soprattutto nel caso in cui la società ducale non riuscisse nell’impresa, ad ora “erculea”, di rimanere nella massima serie calcistica del nostro paese, il pareggio con la Roma all’Olimpico ha bloccato la serie negativa di risultati, uno scatto d’orgoglio che gli addetti ai lavori sperano possa dar vita ad una timida ripresa.

Stefano Mastini

SHARE