SHARE

wal2

Il rendimento di Theo Walcott nei Gunners non è mai stato continuo, vuoi per i continui infortuni o per le scelte di Wenger, ma almeno in una cosa l’esterno inglese poteva dire di essere il migliore: nessuno nella rosa dell’Arsenal aveva tempi nella corsa migliori di lui. Da oggi anche questo personalissimo record del giocatore è stato messo in discussione: dopo i test atletici avvenuti in giornata ed i tempi calcolati sui 40 metri, a strappare il titolo di più veloce è stato Hector Bellerin.

Il giocatore spagnolo, che quest’anno ha toccato le 13 presenze anche grazie a numerosi infortuni dei suoi compagni, sta diventando ben più di un rincalzo in una squadra che da sempre punta fortemente sui giovani. Il talento nella corsa sembra essere una delle sue qualità migliori, ma lo stesso Bellerin ha affermato che c’è tanto altro dietro questo suo recente record:

“Ci sono alcune persone nate veloci ed altre invece lente. Io, al contrario, ho lavorato tantissimo sulla velocità e la potenza con i miei coach lo scorso anno ed è stato un allenamento che mi ha aiutato molto. Il lavoro che non si vede, quello fatto nell’ombra, in realtà si mostra soltanto sul campo. Il mio tempo sui 40 metri è stato il migliore ed è un qualcosa che non mi aspettavo: mi è stato detto che era soltanto un test, ma alla fine sono risultato il più veloce della squadra”

Brutte notizie dunque per Walcott, scalzato dal trono da un giovane rampante che ha dalla sua non solo un gran talento e l’entusiasmo di chi vuole spaccare il mondo, ma anche un’invidiabile etica del lavoro che ne fa presagire un futuro radioso.

 

SHARE