SHARE
Champions League
Champions League

champions league

Si alza il sipario sull’appuntamento tanto atteso che porta il nome di Champions League. Si comincia a fare su serio, con gli scontri a eliminazione diretta. Il cartellone degli ottavi di questa stagione ha parecchia carne al fuoco: le 16 squadre coinvolte si sfideranno tra febbraio e marzo per dimezzare il numero in vista dei quarti. A inaugurare la batteria delle eliminazioni, così come delle scommesse sulla Champions League betfair, saranno le gare di andata PSG-Chelsea, Shaktar Donetsk-Bayern Monaco, Shalke 04-Real Madrid e Basilea-Porto. Sfida imperdibile quella tra la squadra di Blanc e quella di Mourinho, anche per il “duello” a suon di dichiarazioni pungenti tra il tecnico portoghese e la stella della compagine francese, un Ibrahimovic che sogna da anni la conquista della coppa dalle grandi orecchie, trofeo prestigioso che manca nella bacheca dell’attaccante svedese. Due gruppi in forma, e pronti a darsi battaglia, con i Blues leggermente favoriti visto anche i precedenti: nei 5 incontri degli ultimi 10 anni gli inglesi si sono imposti 2 volte contro una dei francesi, 2 i pareggi. Dopo un periodo complicato, in cui è mancato l’appuntamento con la vittoria, il Paris Saint-Germain ha ritrovato continuità nei risultati, portandosi a soli due punti di distacco nella classifica della Ligue 1 dalla capolista Lione, mentre ha ottenuto il passaggio agli ottavi dopo essere arrivato secondo nel girone che comprendeva Barcellona, Apoel e Ajax. Il Chelsea si conferma per ora la squadra più in forma della Premier, capolista che mantiene a 7 lunghezze di distanza il Manchester City, secondo. Girone abbordabile in coppa, vinto con facilità su Sporting CP, Maribor e Shalke 04. Chi fermerà la corazzata Bayern? Guardiola ha tra le mani una squadra non perfetta, ma quasi: in Bundes Liga guida la classifica con 52 punti frutto di 16 vittorie, 4 pareggi e una sola sconfitta, quella contro l’unica compagine che tenta di minare la sua supremazia, il Wolfsburg. Nel giroe, tra settembre e dicembre, ha perso solo con il Manchester City, poi solo successi tra cui quello contro la Roma, sommersa da ben 7 reti. Si tratta di uno scontro inedito contro gli ucraini, che però contro squadre tedesche in casa hanno perso una sola volta, poi 2 vittorie e 3 pareggi. Per il Real Madrid non è tempo di pensare alla Liga e al Barcellona col fiato sul collo: divise da un punto, stanno dando spettacolo in campo, ma devono non sottovalutare un Atlético Madrid per nulla arreso. I ragazzi di Ancelotti le hanno vinte tutte nel girone contro Liverpool,  Basilea e Ludogorets. Precedente “fresco” con i tedeschi, datato Champions dello scorso anno, in due gare dove si è visto il divario netto: 1-6 in Germania,  3-1 in Spagna. Gran bel girone passato per il Porto, che non ha mai perso nelle 6 sfide in programma. Secondo in patria dietro il Benfica, la squadra di Lopetegui attraversa un momento positivo, mentre il Basilea se in Svizzera ha vita facile – capolista con 45 punti,  8 in più dello Young Boys,  secondo – in Champions si è qualificata con 7 punti, e con le squadre portoghesi ha perso 3 volte su 5 in casa. Il ritorno è previsto tra 3 settimane.

SHARE