SHARE

CopaLibertadores

La coppa più importante del continente americano è partita col botto. Stiamo parlando della Copa Libertadores 2015 ovviamente, che ha già offerto dieci partite ricchissime di gol, di cartellini rossi e di sorprese. Tante vittorie fuori casa e tanti gol nella prima parte, mentre nelle ultime partite giocate (la notte passata in Italia) scontri diretti già molto importanti che hanno dato i loro altrettanto importanti verdetti. Nelle partite giocate nelle notti di martedì e di mercoledì sono state ben quattro le vittorie esterne, su sette incontri, con un solo pareggio e due scoppiettanti vittorie interne. Nelle partite dell’ultima notte invece, tre vittorie su tre in casa e con risultati secchi e altisonanti.

Molto bene le argentine fin qui. Successo strabordante per il Racing Club di Milito e compagni che si sono subito rifatti della disfatta nella prima di campionato. Nello stadio “Pueblo Nuevo” di San Cristobal, in Venezuela, una tripletta di Gustavo Bou, Milito e Lollo hanno distrutto il Deportivo Tachira. Bene anche il Boca Juniors che era ospite dei cileni del Palestino, avversario ostico che, dopo qualche difficoltà iniziale, è stato piegato dai due giovani e velocissimi attaccanti “xeneizes”, Chavez e Palacios (si ancora lui!).

Vincono a sorpresa fuori casa e soprattutto su campi difficili, gli ecuadoregni dell’Emelec, in Cile, contro l’Universidad grazie all’unico gol di Bolanos. Ecuadoregni che hanno finito la partita in nove uomini. A sorpresa anche i colombiani dell’Independiente Santa Fe, in Messico, vincono sul campo dell’Atlas, anche stavolta con l’unico gol di Arias.

Il torneo era stato aperto da una incredibile Wanderers-Zamora. Incredibile per i cinque gol e i cinque espulsi nel match tra uruguaiani e venezuelani. A spuntarla gli uruguaiani padroni di casa per 3 a 2. A cartellini hanno vinto i venezuelani con lo stesso risultato.

Come tutti gli anni, fattore campo sempre più decisivo per le squadre boliviane. Stavolta a capire la lezione i brasiliani dell’International, ben più quotati dei padroni di casa del The Strongest, ma sconfitti per tre a uno. L’unico pareggio è stato il divertente due a due tra i paraguaiani del Guarani, andati sotto due volte in casa, che sono andati poi a riprendere i peruviani dello Sporting Cristal.

Infine, nelle ultime tre partite, già tre risultati secchi che parlano chiaro. Due a zero casalingo per i cileni del Colo Colo contro il quotato Atletico Mineiro. Altro due a zero secco e doloroso nel “clasico” brasiliano di San Paolo, dove il Corinthians si è dimostrato ancora imbattibile tra le mura di casa, mentre il San Paolo è apparso troppo scialbo e opaco. Infine un tre a zero senza repliche da parte dei messicani del Tigres ai peruviani del Juan Aurich, con la doppietta della scatenata ala destra ecuadoregna Guerron.

di Michele Stefanelli

Ecco i risultati del primo turno della Copa Libertadores 2015

GRUPPO 1

Atlas (Mex) – Santa Fe (Col) 0-1 77′ Arias

Colo Colo (Cil) – Atletico Mineiro 2-0 39′ Flores; 66′ Paredes

GRUPPO 2

Corinthians (Bra) – Sao Paulo (Bra) 2-0 11′ Elias; 67′ Jadson

GRUPPO 4

U.De Chile (Cil) – Emelec 0-1 63′ Bolanos

The Strongest (Bol) – Internacional (Bra) 3-1 10′ Chumacero (TS); 14′ Ramallo (TS); 48′ rig. D’Alessandro (I); 85′ Chumacero (TS)

GRUPPO 5

Wanderers (Uru) – Zamora (Ven) 3-2 25′ Murillo (Z); 45+1′ Rodriguez (W); 53′ Flores (Z); 78′ rig. Albarracin (W); 81′ Reymundez (W)

Palestino (Cil) – Boca Juniors (Arg) 0-2 37′ Chavez; 68′ Palacios

GRUPPO 6

Tigres (Mex) – Juan Aurich (Per) 3-0 37′ Guerron; 58′ Guerron; 64′ Duenas

GRUPPO 8

Dep. Tachira (Ven) – Racing Club (Arg) 0-5 20′ Lollo; 39′ Bou; 52′ Bou; 55′ Milito; 68′ Bou

Guarani (Par) – Sporting Cristal (Per) 2-2 31′ C.Pereyra (SC); 47′ Ballon (SC); 69′ Fernandez (G); 84′ Santander (G)

SHARE