SHARE

pirlo atalanta

Juventus-Atalanta finisce 2-1 allo Stadium: momentaneo vantaggio orobico con Migliaccio, a ribaltarla sono Llorente in mischia e Pirlo con una magia da fuori area sul gong del primo tempo.

Atalanta in piena emergenza quella che si presenta allo Juventus Stadium: perso in giornata Stendardo che si aggiunge a Benalouane e Biava, a fare i centrali sono i due terzini Bellini e Masiello. Assenti anche Carmona e Maxi Moralez, ma è l’Atalanta a passare in vantaggio: Pirlo regalo un pallone a Baselli, bravo Buffon a respingere ma è Migliaccio a segnare sul seguente calcio d’angolo.

La Juventus, che fino a quel momento aveva controllato con calma accademica, reagisce come un leone ferito: prima Pereyra sparacchia addosso a Sportiello l’occasione più limpida, poi i bianconeri accorciano le distanze con una mischia nella quale la spunta Llorente (tenuto in gioco da Cigarini vicino alla bandierina del corner, bravo l’assistente). A portare la squadra di Max Allegri avanti è il più positivo della serata, Andrea Pirlo: la traiettoria disegnata dal centrocampista bresciano è di quelle da far sciogliere il cuore agli amanti del gioco del calcio ed arriva proprio all’ultimo battito della prima frazione.

Nel secondo tempo si supera ancora una volta Sportiello: Pogba, uscito dopo una prestazione insufficiente, non angola di testa e l’estremo difensore napoletano nega al francese il gol che poteva chiudere la partita. Nel finale assalto nerazzurro con la Juve che passa al 3-5-2 e rincula: poche occasioni comunque per gli orobici, con Morata che brucia Masiello in contropiede ma poi si fa rimontare nel finale. Tre punti importanti per la Juventus che si porta a +10 sulla Roma impegnata a Verona contro l’Hellas e adesso può pensare al match di Champions League contro il Borussia Dortmund.

IL MIGLIORE Andrea Pirlo 7 Grandissima serata per il centrocampista bresciano: nell’ultimo periodo era apparso un po’ appannato, ma stasera torna sui livelli che l’hanno reso un grandissimo. Oltre al gol, vero e proprio capolavoro, una prestazione di sostanza di fase d’interdizione come si sono viste poche volte nel corso della sua carriera.

Tabellino Juventus-Atalanta

Marcatori 25′ Migliaccio (ATA), 39′ Llorente, 45′ Pirlo (JUV)

Juventus (4-3-1-2) Buffon 6.5; Padoin 6, Chiellini 6, Bonucci 6.5, Caceres 6; Pogba 5 (65′ Lichtsteiner 6), Pirlo 7, Marchisio 6.5; Pereyra 6; Tevez 6.5 (89′ Coman ng), Llorente 6 (74′ Morata ng). All. Allegri.

Atalanta (4-4-2) Sportiello 7; Scaloni 6, Bellini 6, Masiello 6.5, Dramè 5.5; Zappacosta 6.5 (51′ D’Alessandro 6), Cigarini 6, Baselli 6.5 (82′ Gomez ng), Migliaccio 6.5; Emanuelson 6; Denis 5.5 (70′ Boakye 6). All. Colantuono.

Ammoniti 43′ Baselli, 81′ Bellini (ATA), 55′ Marchisio, 60′ Padoin, 85′ Pereyra, 87′ Lichtsteiner, 45’+3 Morata (JUV)

Juventus-Atalanta: i gol

25′ Migliaccio di testa

39′ Llorente risolve una mischia in area

45′ Magia di Pirlo

SHARE