SHARE

Chelsea v Swansea City - Premier League

Dalle parole ai fatti. Il Chelsea non ha perso ulteriore tempo e, dopo l’increscioso incidente di stampo razzista avvenuto sulla metropolitana di Parigi prima dell’ottavo di finale di Champions contro il Psg, ha sospeso temporaneamente tre tifosi in attesa di ottenere ulteriori prove di un loro coinvolgimento. Nell’episodio in questione un uomo di colore veniva spinto indietro da un gruppetto di tifosi inglesi, al grido di “siamo razzisti e questo è il modo in cui ci piace”, come chiaramente udibile dalle riprese video dell’episodio.

“Se verranno trovate prove sufficienti per testimoniare il loro coinvolgimento nell’incidente, il club emetterà una sospensione a vita – si legge in un comunicato del Chelsea – Siamo grati ai tanti sostenitori che hanno fornito finora delle indicazioni. Continuiamo a cooperare pienamente con le forze di polizia delle metropolitana di Parigi che stanno portando avanti l’indagine penale in corso”. I tre tifosi individuati salteranno così già la partita di sabato con il Burnley a Stamford Bridge, ribattezzata come la ‘Partita per l’uguaglianza’

“Un comportamento ripugnante che non deve trovare alcun posto né nel calcio né nella società”. Inizia così il comunicato del Chelsea che condanna in maniera durissima il comportamento “Sosterremo ogni azione contro questi soggetti – prosegue il comunicato – e se dovessero esserci prove del legame di questi personaggi con il club tramite abbonamenti o membership siamo pronti a prendere le decisioni più dure possibili per noi, incluso l’impedire l’accesso allo stadio”.

«Condanno le azioni di un piccolo gruppo di tifosi Chelsea a Parigi, non c’è spazio per il razzismo nel calcio» ha dichiarato il presidente della Fifa, Joseph Blatter, su Twitter.

SHARE